La malinconia dell’acqua

La calma e il silenzio di mari, laghi e fiumi, dall'Italia alla Thailandia, nelle foto del fotografo ungherese Ákos Major

Waters

Ákos Major è un fotografo ungherese nato nel 1974. Dopo il diploma in Comunicazione visiva e dieci anni di lavoro in un’agenzia pubblicitaria ha cominciato a lavorare come fotografo freelance. Da qualche anno si dedica a Waters, un lavoro ancora in corso per cui ha viaggiato moltissimo alla ricerca dei grandi orizzonti che offrono i paesaggi acquatici. Dalla Thailandia all’Ungheria, dagli Stati Uniti all’Italia, dalla Tunisia alla Turchia, Major ha fotografato laghi, mari e fiumi, cercando di cogliere la calma e il silenzio di questi luoghi, la loro essenza naturale, che li svela come posti reali e contemporaneamente “del pensiero”, rivolgendosi soprattutto all’osservazione della presenza umana in relazione all’elemento acquatico, il vero protagonista della serie.

Quelle di Major sono fotografie molto intime. Tra i luoghi fotografati ci sono il lago Balaton, in Ungheria, un lago salato in evaporazione in Tunisia, il Mare del Nord, il Mediterraneo e l’Oceano Pacifico settentrionale. La serie completa e gli altri lavori di Ákos Major si possono vedere sul suo sito.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.