Le foto della prima Superluna dell’anno

Album fotografico della Luna molto più grande del solito, vista da Pechino a New York, fino all'Isola del Giglio

Nella notte tra sabato 12 e domenica 13 luglio la Luna è apparsa in cielo molto più grande del solito, grazie al cosiddetto fenomeno astronomico della “superluna”, che si verifica quando la Luna piena coincide con il momento in cui la Luna stessa si trova più vicino alla Terra sulla sua orbita ellittica (perigeo).

La distanza del nostro satellite naturale varia ogni mese tra un minimo intorno ai 357mila chilometri e un massimo di 406mila chilometri, proprio perché l’orbita che compie intorno alla Terra non è tonda, ma ha una forma ellittica. Sabato la Luna si trovava a una distanza di circa 364mila chilometri dalla Terra. Questa superluna non sarà comunque l’unica nel corso dell’estate: il 10 agosto, nella notte di San Lorenzo, la Luna si troverà a una distanza di 363mila chilometri dalla terra, la più grande e luminosa che vedremo durante l’anno. La terza superluna sarà invece l’8 settembre.

La superluna, visibile in buona parte del mondo, è uno degli eventi astronomici più osservati da milioni di persone proprio perché è molto evidente e facile da notare nel cielo notturno, anche senza strumenti come binocoli o cannocchiali. Anche per questo motivo l’evento è stato molto fotografato, da Pechino a Nairobi, fino a New York.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.