• Mondo
  • venerdì 22 Novembre 2013

Le foto della residenza di lusso di Jacob Zuma

Le hanno pubblicate alcuni giornali sudafricani nonostante il divieto imposto dal governo – "Ora arrestateci" – per denunciare un presunto uso illecito di soldi pubblici

Venerdì 22 novembre alcuni quotidiani sudafricani hanno pubblicato in prima pagina le foto della residenza di lusso privata a Nkandla (nel Sudafrica orientale) del presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, nonostante l’esplicito divieto che era stato deciso il giorno prima dal governo. Nell’ultimo anno la residenza di Zuma è stata al centro di una serie di inchieste piuttosto importanti, secondo le quali il governo avrebbe usato 20 milioni di dollari dei soldi pubblici per ristrutturare l’edificio.

Un gruppo di editori sudafricani ha definito “ridicola” la minaccia del governo di arrestare chiunque diffondesse immagini o video della residenza e questa mattina ha sfidato il divieto pubblicandone le foto. Il Times ha titolato: “So, arrest us” (“Ora arrestateci”), mentre Star ha pubblicato una foto dell’edificio con una croce rossa sopra con scritto: “Look away! What ministers don’t want you to see” (“Guardate da un’altra parte! Quello che i ministri non vogliono farvi vedere”). Secondo il governo il divieto è giustificato da motivi di sicurezza.

Dopo la pubblicazione delle foto il governo sudafricano ha diffuso un comunicato in cui ha detto che i giornali hanno il diritto di pubblicare le foto della residenza ma senza fare zoom sui particolari, perché questo comprometterebbe la sicurezza nazionale. La stampa sudafricana sembra comunque non volersi fermare e l’iniziativa di questa mattina è stata seguita da molti utenti di Twitter, che hanno ripubblicato dai loro account le foto della residenza di Zuma.

Anche le opposizioni del Sudafrica hanno criticato duramente il presidente, chiedendo che vengano fatte ulteriori indagini per approfondire se e in che modo sono stati effettivamente spesi i soldi pubblici per ristrutturare la residenza privata di Zuma. La questione, ha scritto Andrew Harding, corrispondente di BBC in Sudafrica, è particolarmente imbarazzante per il governo e per Zuma, visto il prossimo anno si terranno le elezioni.