• Media
  • martedì 24 settembre 2013

La copertina del New Yorker con Assad e Walter White

Entrambi nel ramo delle sostanze chimiche, più o meno

La copertina del New Yorker di questa settimana ritrae due personaggi molto diversi – uno esiste davvero e l’altro no, per cominciare – ma di cui si è discusso negli ultimi tempi per ragioni che hanno a che fare con le sostanze chimiche: uno è Bashar al-Assad, il capo del regime siriano accusato di aver usato armi chimiche lo scorso 21 agosto; l’altro è Walter White, il protagonista di Breaking Bad, l’acclamata serie televisiva premiata proprio domenica sera con un Emmy e vicina al suo finale definitivo.

Non è la prima volta che il New Yorker, le cui copertine sono molto famose per la loro bellezza e la fama degli illustratori che le disegnano, si occupa di serie tv: questa, per esempio, è la copertina che fu dedicata all’ultima puntata dei Soprano.

yorker-assad-white

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.