• TV
  • lunedì 23 settembre 2013

Tutti i vincitori degli Emmy

Le foto della cerimonia e l'elenco dei premiati, da Breaking Bad e Modern Family a Stephen Colbert che ha scalzato Jon Stewart dopo 10 anni

Domenica a Los Angeles, in California, si è tenuta la cerimonia di consegna della 65esima edizione degli Emmy Awards, i premi americani sulla stagione televisiva che si è conclusa quest’estate. Sono assegnati dall’Academy of Television Arts and Sciences, un’associazione che comprende attori, registi, sceneggiatori e addetti ai lavori di vario genere. La cerimonia è stata presentata dall’attore Neil Patrick Harris.

Il premio principale, quello per la migliore serie drammatica, è andato per la prima volta a Breaking Bad, mentre quello per la miglior serie comica è stato vinto per il quarto anno consecutivo da Modern Family. Jeff Daniels di The Newsroom e Claire Danes di Homeland sono stati premiati come miglior attore protagonista e migliore attrice protagonista in una serie drammatica, mentre Michael Douglas ha ricevuto il suo primo Emmy come miglior attore protagonista in una miniserie o film per il suo ruolo in Behind The Candelabra, che racconta la storia dello stravagante pianista italo-polacco Liberace. Il canale Netflix ha vinto il suo primo Emmy grazie al premio ricevuto da David Fincher come miglior regia per una serie drammatica, per House of Cards. Il Colbert Report di Stephen Colbert ha vinto l’Emmy per miglior programma di varietà, scalzando per la prima volta in dieci anni il Daily Show di Jon Stewart.

HBO è il canale che ha vinto più premi, 27 in totale, seguito da CBS con 16. A vincere più premi è stata la miniserie HBO Behind the Candelabra, che ne ha ottenuti 11, seguita dai cinque di Boardwalk Empire, sempre di HBO. La lista integrale dei premi si può consultare qui.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.