• mini
  • lunedì 3 giugno 2013

I calciatori convocati dall’Italia per la Confederations Cup

La lista dei 23 giocatori selezionati dal commissario tecnico Cesare Prandelli

Cesare Prandelli, commissario tecnico della Nazionale di calcio, ha diffuso la lista dei 23 giocatori selezionati per giocare la Confederations Cup, che comincerà sabato 15 giugno e terminerà il 30 giugno. La Confederations Cup è un torneo di calcio che si gioca un anno prima dei Mondiali. Quest’anno il torneo è organizzato dal Brasile, che ospiterà la prossima edizione dei Mondiali: partecipano otto squadre, Brasile, Messico, Italia, Spagna, Uruguay, Giappone, Tahiti e Nigeria.

Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Federico Marchetti (Lazio), Salvatore Sirigu (Paris Saint-Germain).

Difensori: Ignazio Abate (Milan), Davide Astori (Cagliari), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Mattia De Sciglio (Milan), Christian Maggio (Napoli).

Centrocampisti: Alberto Aquilani (Fiorentina), Antonio Candreva (Lazio), Alessio Cerci (Torino), Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Milan), Andrea Pirlo (Juventus).

Attaccanti: Mario Balotelli (Milan), Stephan El Shaarawy (Milan), Alberto Gilardino (Bologna), Sebastian Giovinco (Juventus).

La Nazionale è in ritiro da lunedì 27 maggio: Prandelli aveva chiamato 31 giocatori, dai quali però è stato escluso l’attaccante della Roma Daniel Pablo Osvaldo, per non aver partecipato alla cerimonia di premiazione della Coppa Italia, vinta dalla Lazio.

Per prepararsi al torneo, l’Italia ha già giocato un’amichevole venerdì 31, vinta per 4-0 contro San Marino, e venerdì 7 giocherà per le qualificazioni ai Mondiali contro la Repubblica Ceca . L’Italia disputerà la prima partita della Confederations Cup domenica 16 giugno contro il Messico, alle ore 21 italiane.

Cesare Prandelli foto: Claudio Villa/Getty Images

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.