• mini
  • giovedì 7 Marzo 2013

Il resoconto della riunione romana del M5S

Un "verbale" diffuso sui siti del movimento da un militante presente agli incontri dei parlamentari con Grillo e Casaleggio

All’indomani della riunione romana dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, in parte mostrata in streaming online e molto assediata dai giornalisti, diversi siti del M5S e “meetup” del movimento hanno ospitato questo resoconto diffuso da un deputato presente alla riunione (ripreso per primo da Federico Mello sul sito Tiscali).

Da: Samuele Segoni
Data: 04 marzo 2013 18:24:41 CET
A: All Users , Parlamentari – Toscana 5 Stelle
Oggetto: Minuta incontro 4/3/2013

Ciao a tutti,
condivido con tutti un breve e personale report dell’incontro di oggi, per una massima trasparenza. Lo ho buttato giù in tempo reale, scusate la stringatezza e l’essenzialità.

Samuele.

(riconosciamo l’hotel da lontano per l’assedio dei giornalisti accalcati fuori dall’ingresso)
(entriamo, ci accomodiamo in sala, inizia l’incontro)

Beppe
(applausi)
Siamo tanti abbiamo creato un mostro. Applauso a voi, non a me.
Consiglio: io do interviste solo ai reporter stranieri perchè sono corretti. E registro video/audio. Mi trovo benissimo.
Vi metto in guardia. Come succede già a me, vi violeranno la privacy alla ricerca dello scoop o addirittura inventandoselo. Io non riesco neanche a scaccolarmi in pace a casa mia, mi devo nascondere! 😀
Importantissimo: rimaniamo uniti, fiducia non fiducia, Bersani non Bersani, se siete tutti d’accordo, rimaniamo compatti. I partiti annaspano, È un nostro momento di forza. Staniamoli: devono fare alla luce del Sole quello che hanno fatto nell’ombra fino ad oggi (si riferisce agli inciuci e agli accordi).
Fiducia: è un no scontato, niente alleanze, niente fiducia, si vede proposta x proposta, scenario per scenario, sono le nostre regole base, ce le siamo date molto tempo fa e le abbiamo condivise insieme: non vedo come possano essere messe in discussione (consenso generale dalla sala).
Importante: restiamo uniti, loro proveranno a dividerci e a creare problemi interni o a farli percepire ai lettori. Se siamo compatti riusciremo bene.

Avete dubbi? Qualcuno è contrario?

Nicola, Senato, Calabria: non un dubbio, ma ribadisco un concetto: dialogo con tutti fiducia a nessuno.
…Altri interventi…

Risponde Giandoberto Casaleggio.
Tirata d’orecchi a chi aveva fatto interventi in politichese (tutti del tono “ok no alleanze, ma dobbiamo elaborare delle strategie politiche da portare avanti”): basta parlare di alleanze e basta parlare degli altri. Noi abbiamo la nostra strada ed il nostro metodo. (applausi)

Votazione per i capigruppo (dovranno fare una rotazione, adesso si elegge i primi)
Senato Vito Crimi
Camera Roberta Lombardi

Grillo prende un po’ in giro Casaleggio (che rimane serissimo) chiamandolo “Guru” e chiedendogli se è proprio lui o se è Crozza che sta facendo l’imitazione.
😀

Casaleggio
Occhio: attenti ai social media, non avrete più privacy, quello che scrivete ve lo ritrovate nei giornali. Lo so, è molto limitante, ma dovete stare molto attenti, cercano notizie oppure se le inventano direttamente
Metafora del gruppo e riprende il discorso di al pacino in ogni maledetta domenica: “o vinciamo come gruppo o veniamo eliminati come singoli”. Altri rischi a parte questo non li vedo. Facciamo gruppo, condividiamo, portiamo avanti le istanze del gruppo e non del singolo (anche se il singolo in quanto testa pensante può non essere d’accordo su tutto, dovrà adeguarsi perchè è solo un portavoce di tutti i cittadini). È strategico e ce lo chiede l’elettorato: vogliono unità e linearità, non calcoli politici complessi.
I gruppi parlamentari si devono dare delle regole. Noi abbiamo buttato giù qualcosa aiutati da degli studi di avvocati. Ve lo invieremo presto, è una bozza d’indirizzo, modificatevelo come vi pare a voi, noi non ci vogliamo entrare, fate voi in piena libertà.
Ricordatevi che dobbiamo decidere in maniera collegiale con tutto il portale on line.
Prima cosa, scegliere un candidato per presidente della repubblica, lo sceglieremo tutti insieme, con migliaia di iscritti, sul portale, e voi avrete il dovere di portare avanti la candidatura più votata.

Piattaforma sviluppo programma.
Casaleggio:
Avevamo sviluppato un piano in cui elezioni ad aprile, è stato tutto anticipato di due mesi: grossa difficoltà a livello burocratico e procedurale (peggio della notte prima della maturità) ed abbiamo lasciato perdere il discorso del portale. Adesso stiamo per presentare la piattaforma, che servirà per creare un programma dinamico. E per selezionare le idee migliori che dovrete provare a far diventare leggi in parlamento.

Spazio per domande/risposte

Risponde Casaleggio:
dovrete prendere tante decisioni. Non cercate noi dello staff, dovrete lavorare in autonomia. Casomai ascoltate i cittadini. Organizzatevi, dividetevi per competenze.
Comunicazione: conformemente alla normativa, creeremo due gruppi di comunicazione ufficiali. Noi dello staff “ufficializziamo” quelli del gruppo comunicazione ma NON LI GESTIAMO. Soprattutto non gestiamo e non gestiremo mai soldi e fondi (sto querelando tutti quello che lo dicono inventandoselo peraltro di sana pianta).
Comunicazione interna: non ci voglio entrare nulla, fate voi, tra voi ci sono molti informatici, fate voi, troverete sicuramente la forma per voi più congeniale.
Siamo prosaici: noi non andremo al governo, ci andranno loro, si voteranno la fiducia, noi abbiamo il compito di far passare più leggi possibile per il bene del Paese.

Ogni parlamentare si presenta brevemente agli altri e in diretta streaming alla “cosa”.

Comunicazioni di servizio:
Le camere si insediano il 15
Voci di corridoio: anticipano al 13
Domenica 10: incontro organizzativo (es: commissioni, profili dei collaboratori, tavole sinottiche degli incarichi parlamentari, report della mappatura delle competenze).
Dopo il 10, chi rimane a Roma a disposizione per lavoro organizzativo
Dal 13 bisogna essere a Roma in pianta stabile, dal 13 siamo in riunione permanente.
Tra l’11 e il 14 recarsi personalmente alla Camera x adempimenti amministrativi (firme, foto, impronte digitali, burocrazia. Portare CI e CF).
Proclamazione: tra mart e merc, dalla notifica della proclamazione (tempi e modi variano per ogni ufficio circoscrizionale elettorale) siamo ufficialmente parlamentari.
Si organizza una puntata in Val di Susa: i parlamentari avranno un lasciapassare.

Alla prossima e buon MoVimento a tutti