• Sport
  • domenica 24 Febbraio 2013

L’incidente alla Daytona 500

Le foto e il video della carambola di auto nell'ultimo giro della corsa più seguita degli Stati Uniti, in cui i pezzi di una macchina sono finiti sugli spalti causando diversi feriti

Sabato 23 febbraio, durante l’ultimo giro della gara automobilistica preparatoria della Daytona 500, in vista della Sprint Cup Series del campionato NASCAR (National Association for Stock Car Auto Racing) che si corre in Florida – la macchina guidata da Kyle Larson si è sollevata in aria dopo un incidente: ha sbattuto contro il recinto che separa il circuito dalle tribune, rompendolo, e alcuni pezzi sono finiti addosso agli spettatori. La Sprint Cup si correrà oggi e, nonostante l’incidente, gli organizzatori hanno deciso di andare avanti con il programma.

Joie Chitwood, il presidente del circuito, ha detto che quattordici spettatori sono stati trasportati in alcuni ospedali della zona e altri quattordici sono stati curati nel centro medico del circuito. Tutti, comunque, sono in condizioni stabili.

Kyle Larson, che correva la sua prima Daytona 500, è rimasto illeso e nessun altro pilota è stato ferito, anche se le macchine coinvolte nell’incidente sono state dodici. A scatenare la carambola tra le macchine è stata una mossa di Regan Smith, che era primo e cercava di non far passare Brad Keselowski, che gli stava dietro, quasi attaccato: le due macchine si sono toccate e quella di Smith si è girata, facendo praticamente da ostacolo a tutte le altre che erano dietro. La macchina di Kyle Larson, 19 anni, è stata investita da un’altra, che aveva iniziato a girare su se stessa, sollevandosi all’altezza del recinto, rompendolo: tra gli spettatori sono finiti un pneumatico, il motore e alcuni pezzi di carrozzeria. Nonostante l’incidente, la gara è proseguita ed è stata vinta da Tony Stewart.

La Daytona 500 è una gara annuale di grande prestigio che fa parte del campionato NASCAR: si corre al Daytona International Speedway (lungo 4 chilometri) per 200 giri e un totale di 805 chilometri. Si tratta della gara automobilistica più seguita negli Stati Uniti e si corre dal 1971: è la prima della stagione e la più importante del campionato, con il maggior incasso e il maggior premio in denaro.