• mini
  • giovedì 21 febbraio 2013

Le macerie dell’Aquila in un’infografica

Il 6 aprile del 2009 un terremoto di magnitudo 6.3 ha causato danni consistenti nella provincia dell’Aquila in Abruzzo e la morte di oltre 300 persone. Da allora autorità locali, volontari, imprese private e governo sono al lavoro per sgomberare dalle macerie le aree maggiormente interessate e riavviare la ricostruzione. Un’operazione che si è rivelata particolarmente lenta a causa di alcune mancanze organizzative iniziali e per una distribuzione dei fondi per la ricostruzione ritenuta, da diversi detrattori, alquanto discutibile.

Il lavoro di messa in sicurezza degli edifici e di rimozione delle macerie, soprattutto all’Aquila, procede ancora oggi e si stima che fino a ora siano state rimosse quasi 426mila tonnellate di macerie dai lavori per gli edifici pubblici e circa 273mila per quelli privati. Il sito del Commissario per la Ricostruzione tiene traccia dei lavori e delle operazioni svolte, con una serie di dati “aperti” (open data), liberamente consultabili dalla cittadinanza. Sulla base di queste informazioni, l’agenzia di prodotti multimediali Mister Wolf, che ha sede all’Aquila, ha realizzato una interessante infrografica per illustrare il lavoro svolto fino a oggi per rimuovere le macerie.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.