• mini
  • martedì 12 Febbraio 2013

Il miniconcerto di Beck a 360 gradi

Sponsorizzato da Lincoln, che produce macchine, e organizzato in un teatro di posa di Los Angeles: caso interessante di nuove strategie di marketing

La scorsa settimana Beck ha registrato una versione da 8 minuti della canzone Sound and Vision di David Bowie – insieme ad altri 167 musicisti – in un teatro di posa degli studi della 20th Century Fox, a Los Angeles. L’evento era sponsorizzato dalla casa automobilistica Lincoln per il lancio della nuova serie MKZ.

Beck ha suonato su un palco circolare circondato da un anello di 300 spettatori, oltre i quali erano disposti gli altri musicisti, di diversi generi e diversa provenienza: un’orchestra d’archi, i Dap-Kings (un gruppo funk/soul), la banda della University of Southern California, un gruppo gamelan dell’Istituto d’arte della California, un gruppo di charango (uno strumento a corde) peruviano, un coro dal Colorado e uno di Los Angeles, più un gruppo senza nome di nove chitarristi e un suonatore di Theremin (uno strumento elettronico). Il gruppo di accompagnamento è stato messo insieme dal padre di Beck, David Campbell. Il mini-concerto fa parte di un più ampio progetto di marketing di Lincoln che è stato chiamato “Hello, Again“, durerà un anno e includerà reinterpretazioni di film, musica, design e architettura.

L’esibizione di Beck è stata registrata da telecamere che lo riprendevano da tutti i punti di vista, e per l’audio è stata scelta la registrazione binaurale, perché l’idea del marketing di Lincoln era di poter riproporre online l’esperienza del concerto a 360 gradi, letteralmente. Da questo fine settimana il video della registrazione è online sul sito di Lincoln.