• Mondo
  • lunedì 9 luglio 2012

Il virus della malattia misteriosa in Cambogia è stato identificato, forse

I test hanno svelato la presenza di un enterovirus: potrebbe essere la causa della morte di 64 bambini negli ultimi mesi, ma servono altre analisi

Un gruppo di ricercatori in Cambogia ha annunciato di avere probabilmente identificato la misteriosa malattia che, negli ultimi tre mesi, ha causato la morte di 64 bambini. I ricercatori della fondazione no profit dell’Istituto Pasteur hanno esaminato diversi campioni provenienti da 24 pazienti e in 15 casi hanno rilevato la presenza dell’enterovirus di tipo 71 (EV71). Il virus è spesso la causa di un tipo di malattia mano-piede bocca (MMPB), una sindrome che colpisce soprattutto neonati e bambini e che si diffonde attraverso muco, feci e saliva. MMPB è solitamente una malattia innocua, ma se causata da EV71 può portare a complicazioni polmonari e neurologiche.

I responsabili dell’Istituto Pasteur hanno spiegato alla CNN che i risultati dei test sono una valida spiegazione per quanto accaduto nelle ultime settimane. Entro mercoledì prossimo il gruppo di ricerca che si sta occupando del problema fornirà nuovi dati più approfonditi. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è più cauta e ricorda che le effettive cause della malattia continuano a essere ignote, e che sono necessari nuovi test e analisi.

Gli stessi medici che si sono occupati dei bambini presso gli ospedali pediatrici della fondazione Kantha Bopha, che offrono assistenza sanitaria gratuita, spiegano che l’identificazione di EV71 è importante, ma che probabilmente la malattia è dovuta anche ad altre cause. Negli ultimi tre mesi nei centri medici della fondazione sono stati portati 66 bambini, tra i 2 e i 3 anni, con situazioni cliniche simili. Solamente due sono guariti, mentre gli altri 64 sono morti a causa di complicazioni neurologiche e respiratorie.

La stessa identificazione di EV71 potrebbe non essere di grande aiuto nell’immediato per risolvere il problema. Non esistono infatti terapie o farmaci antivirali per trattare o prevenire le infezioni causate da questo virus. Nei casi più lievi, EV71 può causare la comparsa di sintomi simili a quelli dell’influenza, accompagnati da diarrea e piaghe su mani, piedi e bocca. Si possono però verificare complicazioni a carico del sistema nervoso, che negli individui più esposti si possono rivelare mortali.

EV71 è particolarmente diffuso e viene di solito tenuto sotto controllo dal sistema immunitario negli adulti, mentre riesce a farsi strada con più facilità nei bambini i cui anticorpi non sono ancora del tutto sviluppati. Fu identificato per la prima volta nel 1969 in California ed è stato alla base di numerosi contagi in Cina, Vietnam e Taiwan negli ultimi anni.

Secondo i medici della Kantha Bopha, gli annunci degli ultimi giorni dell’OMS sulla scoperta di una malattia sconosciuta avrebbero causato inutilmente panico in Cambogia. Le accuse sono state respinte dall’organizzazione delle Nazioni Unite, che ha ricordato di aver diffuso un solo comunicato congiunto in collaborazione con le autorità sanitarie cambogiane. I paesi che fanno parte dell’OMS hanno l’obbligo di informare gli altri stati membri quando si verificano contagi di questo tipo con cause ignote.

foto: KHEM SOVANNARA/AFP/GettyImages