• mini
  • giovedì 12 Aprile 2012

Come si fa un iPad

In seguito a una serie di inchieste condotte dal New York Times e dall’emittente ABC, negli ultimi mesi si è parlato molto delle condizioni di lavoro degli operai che lavorano nelle fabbriche in Cina che assemblano i dispositivi per Apple. La società è stata accusata di non aver vigilato a sufficienza su come venivano trattati i lavoratori, costretti ad orari massacranti alle catene di montaggio e sottoposti a forti pressioni da parte dei loro datori di lavoro, cosa che in alcuni caso ha portato anche ad alcuni suicidi tra gli operai. Apple ha risposto alle accuse avviando una serie di indagini, gestite da organizzazioni esterne, per migliorare le condizioni dei lavoratori in Cina e ha assunto l’impegno di monitorare periodicamente la situazione.

Per i giornalisti entrare nelle fabbriche della Foxconn, uno dei principali fornitori di Apple, per documentare come vengono trattati i lavoratori non è semplice. Il corrispondente a Shanghai di Marketplace ha ottenuto un permesso per filmare alcuni passaggi della catena produttiva degli iPad. È il secondo giornalista ad aver ottenuto l’acceso alla Foxconn dopo l’inviato di ABC e, tra le altre cose, ha avuto l’opportunità di filmare diversi passaggi della costruzione dei tablet di Apple. Per ovvie ragioni non vengono mostrate tutte le fasi di produzione, Apple è molto gelosa dei sistemi che utilizza per creare i propri prodotti, ma il video dà comunque l’idea di che cosa significhi produrre e testare ogni giorno migliaia di iPad.