• Moda
  • giovedì 15 settembre 2011

Stivali soffici per veri uomini

I popolari stivali imbottiti UGG vogliono ritrovare il loro target originale, e per questo hanno ingaggiato come testimonial un giocatore di football americano

Gli UGG, gli stivali imbottiti che da anni sono tra le calzature invernali più diffuse tra le donne, hanno un passato insospettabile: erano destinati a uomini amanti dello sport e della vita all’aria aperta. Ora che il target si è decisamente spostato, l’azienda sta cercando di riconquistare i maschi alfa scegliendo un testimonial che li rappresenti: Tom Brady, giocatore di football americano che con i New England Patriots ha vinto tre Super Bowl.

La popolarità degli stivali UGG tra le donne comincia con una frase di Oprah Winfrey. Deckers Outdoor, che nel 1995 aveva acquistato l’allora prevalentemente maschile UGG Australia, stava cercando di riposizionare il prodotto puntando sulle donne (che comprano più scarpe e sono più disposte a variazioni nello stile) e sui bambini. La conduttrice statunitense dichiarò che quei morbidi stivali rivestiti di pelle di pecora erano tra le sue calzature preferite. Da lì l’operazione commerciale di trasferimento del target si trovò di fronte un percorso in discesa, furono introdotti il rosa e il celeste tra le colorazioni degli stivali e questi si diffusero prima tra celebrity di varia natura – sempre di sesso femminile – e poi in giro per il mondo, tra costosi originali e imitazioni più abbordabili.

La svolta ha portato il marchio al successo commerciale ma i modelli maschili, che continuano a essere prodotti, vendono poco: il consumatore medio ha associato indelebilmente il marchio all’abbigliamento femminile. Per questo la Deckers, che li produce, ha scelto di riabilitare l’immagine originaria degli stivali puntando tutto su un uomo considerato maschio alfa per eccellenza.

Ma Brady, come spiega l’Associated Press, potrebbe non essere la scelta giusta: è sempre stato un po’ sfottuto per le sue scelte di stile, dall’abbigliamento al taglio di capelli, ed è spesso il bersaglio dei classici scherzi da spogliatoio. Insomma, la pubblicità degli UGG per uomini potrebbe avere più presa, ancora una volta, sulle donne. In realtà, se si escludono i modelli più “pantofolosi”, il marchio UGG ha un’offerta piuttosto ampia di stivali e calzature invernali difficilmente identificabili come femminili. Nonostante questo, molti dei commenti che circolano in rete definiscono Brady «pur sempre un uomo con un paio di UGG». E non suona come un complimento.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.