La folla con bandiere e una grande immagine di Vojislav Seselj, leader del Partito Radicale Serbo (ANDREJ ISAKOVIC/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • lunedì 30 maggio 2011

I serbi che difendono Mladic

Migliaia di persone in piazza a Belgrado e scontri con la polizia

La folla con bandiere e una grande immagine di Vojislav Seselj, leader del Partito Radicale Serbo (ANDREJ ISAKOVIC/AFP/Getty Images)

La polizia serba ha arrestato più di cento persone, soprattutto giovani (e 34 minorenni) durante gli scontri con i manifestanti nazionalisti che ieri hanno protestato a Belgrado contro l’arresto del criminale di guerra Ratko Mladic, sotto accusa al tribunale dell’Aja per gli eccidi compiuti durante la guerra nella ex Jugoslavia.

La manifestazione – a cui si dice abbiano partecipato diverse migliaia di persone – era stata organizzata dal Partito Radicale Serbo, e aveva tra i suoi oratori il figlio di Mladic, Darko, e la famiglia di Vojislav Seselj, il presidente del partito anche lui sotto processo all’Aja per crimini di guerra. I manifestanti mostravano fotografie di Mladic, Radovan Karadzic e Slobodan Milosevic. “Mio padre ha combattutto per i serbi e non ha ucciso civili, non dobbiamo permettere che l’Occidente antiserbo e il tribunale dell’Aja riscrivano la storia”, ha etto Darko Mladic dal palco. Gli scontri sono iniziati alla fine della manifestazione, mentre il sole tramontava, dopo ripetuti lanci di pietre e bottiglie contro la polizia e hanno provocato 36 feriti, tra cui 26 poliziotti.

Cosa fu Srebrenica
Tutti gli articoli del Post su Ratko Mladic

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.