BRICS! I paesi emergenti non vogliono Lagarde al FMI

Una nota di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica dice "basta con gli europei"

La nomina del futuro direttore del Fondo monetario internazionale (Fmi) dopo lo scandalo che ha travolto il precedente titolare della carica, il francese Dominique Strauss Khan, che si è dimesso, è ancora in alto mare. Complicata da una novità: la presa di posizione ufficiale dei Paesi emergenti che non intendono più rispettare la consuetudine che voleva un europeo alla guida dell’Fmi.
Siamo preoccupati per le recenti dichiarazioni pubbliche rese da alti funzionari europei sulla volontà dell’Europa di mantenere un loro membro al posto di direttore del Fmi», si legge in una nota dei Paesi che compongono il Brics ( dalle iniziali di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica).

(continua a leggere su Corriere.it)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.