• Mondo
  • lunedì 9 Maggio 2011

Le scorie nucleari in Mongolia

Stati Uniti e Giappone vogliono costruire un deposito di scorie nel paese a più bassa densità di popolazione al mondo

La Mongolia prevede di avere il suo primo impianto nucleare pronto entro il 2020

Stati Uniti e Giappone stanno pensando di costruire un deposito di scorie nucleari in Mongolia. Il progetto sarebbe stato inizialmente discusso da alcuni rappresentanti del governo giapponese, statunitense e mongolo durante un incontro pochi giorni prima del terremoto dello scorso undici marzo nel nord del Giappone. La notizia è stata data oggi dal quotidiano giapponese Mainichi.

Il deposito consentirebbe a Giappone e Stati Uniti di competere con più efficacia con la Russia, che già offre alle sue aziende nucleari la possibilità di depositare le scorie nel suo territorio. La Mongolia, che è il paese a più bassa densità di popolazione al mondo, prevede di avere il suo primo impianto nucleare pronto entro il 2020. Il quotidiano giapponese scrive che nessuna decisione è stata ancora presa ufficialmente e che al momento la data per un nuovo incontro non è ancora stata fissata. Il governo giapponese è ancora alle prese con le conseguenze prodotte da terremoto e tsunami all’impianto nucleare di Fukushima.