• Mondo
  • venerdì 6 Maggio 2011

Le inondazioni negli Stati Uniti

Le foto degli straripamenti dei fiumi Mississippi e Ohio

Il sud degli Stati Uniti continua ad avere grossi problemi col maltempo. Le tempeste e i tornado che hanno colpito la zona una decina di giorni fa hanno causato un innalzamento del livello dei fiumi Mississippi e Ohio, che in molte zone sono già straripati allagando svariate città. Ieri diverse città sono state evacuate, in particolare in Arkansas e in Tennessee, dove nella città di Memphis sono state già sfollate circa 200 persone. Gli altri stati colpiti sono il Missouri, il Mississippi, l’Illinois e la Louisiana. Il governatore del Mississippi, Haley Barbour, ha chiesto al governo di dichiarare il rischio emergenza nelle 11 contee lungo il fiume in vista di ulteriori piene e inondazioni. Mercoledì scorso il presidente Barack Obama ha detto che alcune zone del Tennessee, del Mississippi e del Kentucky potranno ricevere dei fondi dal governo federale per far fronte all’emergenza.

Le inondazioni colpiscono abitualmente questa zona, ma quest’anno sono particolarmente violente a causa delle numerose piogge e dei temporali che hanno colpito il sud degli Stati Uniti. Secondo le previsioni degli esperti il fiume Mississippi potrebbe battere il record di alluvioni raggiunto nel 1937. Una zona molto critica è quella in cui confluiscono il Mississippi e il fiume Ohio, nei pressi della città del Cairo in Illinois. La rotta una diga in Missouri ha causato l’allagamento di circa 560 chilometri quadrati di terreni agricoli.