• Mondo
  • giovedì 24 Febbraio 2011

Le foto della rivolta a Tobruk

La città orientale della Libia è insorta e ora festeggia la liberazione dal regime di Gheddafi

Tobruk è una città portuale e si trova nella parte orientale della Libia, a meno di due ore di auto dal confine con l’Egitto. Dopo giorni di manifestazioni per chiedere le dimissioni di Muammar Gheddafi e ottenere maggiori aperture democratiche, nelle ultime ore migliaia di manifestanti si sono ritrovate nella piazza principale della città per festeggiare la liberazione di Tobruk dal regime del leader libico. Alcuni ufficiali dell’esercito hanno deciso di unirsi ai manifestanti e si sono ripromessi di difendere la città da possibili nuovi attacchi ordinati da Gheddafi per recuperare i territori ora in mano agli insorti nell’oriente della Libia.

Oltre a usare la forza per arginare le proteste, con repressioni dure e sanguinarie, il regime ha disposto il blocco della rete cellulare, di Internet e di altre importanti vie di comunicazione per rendere più difficile l’organizzazione delle proteste. I divieti hanno anche interessato i giornalisti esteri, che di fatto non hanno potuto raccontare la protesta o raggiungere i luoghi dove si sono verificati gli scontri tra manifestanti e autorità libiche.

La progressiva liberazione della parte orientale del paese, da sempre meno vicina al regime di Gheddafi, ha consentito di far uscire dalla Libia qualche informazione in più sulle proteste di questi giorni, comprese le immagini qui sotto della rivolta di Tobruk. Le notizie dal paese rimangono comunque frammentarie e contraddittorie, tanto da non consentire di avere una stima precisa delle vittime causate dalla dura repressione di questi giorni. Le organizzazioni umanitarie, che hanno contatti all’interno del paese, parlano di 500 – 1000 morti.