• sabato 5 Febbraio 2011

La Cina e i problemi del mercato immobiliare

In Cina aumentano i prezzi delle case, e il Partito comunista è di fronte a un dilemma

Come spiega l’Economist, se da un lato contenerne il costo crescente delle case in Cina aiuterebbe i molti poveri che non riescono a trovare alloggi nelle città, dall’altro lato scontenterebbe i proprietari, che temono che le proprie abitazioni possano deprezzarsi. E negli ultimi anni, nonostante qualche contentino di facciata per le classi più basse, il governo cinese ha dimostrato di tenere in gran conto la classe media, della quale fanno parte i proprietari. In questo contesto si inserisce la timida introduzione in alcune aree di una tassa di proprietà sugli immobili, in realtà molto limitata nell’entità. Ci sono state delle proteste dai governi locali, ma si ritiene che disporre di un’entrata costante possa per loro limitare il ricorso agli espropri per pubblica utilità, anche perché i proprietari avrebbero più voce in capitolo.