• martedì 1 Febbraio 2011

Tupperware va forte, grazie ai paesi emergenti

L’azienda è cresciuta in un anno del 50%, trascinata del mercato estero

Tupperware è un’azienda statunitense che produce principalmente contenitori in plastica e utensili da cucina, talmente popolari da essere chiamati con lo stesso nome dell’azienda, cioè tupperware. L’azienda ha un sistema di vendita basato soprattutto su incontri tra un venditore e gruppi di potenziali acquirenti. Gli ultimi dati dicono che più dell’85 per cento delle sue attività avvengono all’estero, specie nei paesi emergenti, che realizzano ormai più della metà del profitto complessivo. Solo in Indonesia i guadagni sono raddoppiati in un anno, in India sono cresciuti del 50 per cento, e pure del 50 per cento è stata la crescita complessiva dell’azienda. Ora la società esplora nuovi settori, come i cosmetici, soprattutto in Sudamerica. Secondo il suo amministratore delegato, Rick Goings, uno dei meriti dell’azienda è di aver saputo resistere alle fluttuazioni degli ultimi anni del prezzo del petrolio (fondamentale nella produzione di plastica).