• martedì 1 Febbraio 2011

Il 99% dei sudanesi del sud è per la secessione

A luglio la proclamazione del nuovo stato, ma il Sud Sudan dovrà affrontare povertà e conflitti interetnici

I dati ufficiali del referendum che si è tenuto nel Sud Sudan parlano chiarissimo: il 99,57 per cento ha votato per l’indipendenza. Il risultato sarà formalizzato nei prossimi giorni, e il procedimento si concluderà il 9 luglio con la proclamazione del nuovo stato. Il referendum era previsto dagli accordi di Naivasha, che nel 2005 conclusero la sanguinosa guerra civile tra il Nord, di religione arabo-musulmana, e il Sud, prevalentemente cristiano o di altre religioni tradizionali africane. Il Sud dovrà però affrontare a sua volta alcuni conflitti tra le numerose etnie che abitano la zona, ma soprattutto il problema dell’estrema povertà, nonostante quest’area produca l’80 per cento del petrolio del paese, ricevendo però attualmente solo il 50 per cento dei ricavi.