• Italia
  • martedì 1 Febbraio 2011

Cos’è successo mentre guardavamo l’Egitto

Parecchie cose, e tutte hanno a che fare col centrodestra: dalle indagini su Frattini al caso Barbareschi

La notizia di oggi è la stessa per tutto il mondo: l’oceanica manifestazione al Cairo, in Egitto, arrivata al culmine di otto giorni di rivolte e proteste di massa. Questo non vuol dire che nel frattempo le cose siano rimaste ferme, quindi facciamo un punto della situazione, a fine giornata, delle cose che sono successe – e non sono successe: ci arriviamo – oggi in Italia.

La perquisizione al Giornale
L’abitazione di Anna Maria Greco, giornalista del Giornale, è stata perquisita questa mattina su disposizione della procura di Roma. La perquisizione fa riferimento al tristemente noto articolo su Ilda Boccassini e il procedimento disciplinare di cui era stata oggetto ventotto anni fa. Nell’inchiesta in questione è stato indagato il membro del CSM Matteo Brigandì, ex deputato della Lega, accusato di aver passato documenti interni del CSM alla giornalista che ha poi scritto l’articolo.

Il caso Barbareschi
Diversi giornali questa mattina raccontavano l’incontro di ieri tra Luca Barbareschi e Silvio Berlusconi e davano il deputato di Futuro e Libertà, sostenitore finiano della prima ora, in procinto di tornare nel Popolo delle Libertà. Barbareschi ha incontrato Fini alle 15 e al termine del colloquio ha smentito di avere intenzione di lasciare Futuro e Libertà, dicendo semmai che potrebbe lasciare la carriera di parlamentare. «Non ho nessuna intenzione di andare con i responsabili di Moffa perché non esco da Futuro e Libertà. Io mi auguro che i dieci punti costitutivi di Futuro e Libertà vengano rispettati, altrimenti può essere che io non sia più nemmeno in Parlamento». Barbareschi ha espresso opinioni critiche riguardo la recente vicinanza tra il suo partito e quello di Pierferdinando Casini.

Ritorna il processo breve
Il ministro della giustizia Angelino Alfano ha detto che il provvedimento sull’introduzione del processo breve, proposto lo scorso anno e poi accantonato a fronte delle divisioni nella maggioranza, è stato ricalendarizzato e tornerà presto in discussione alla Camera.

Il PdL ha fatto un po’ di casino
Alle 15,25 l’ufficio stampa del PdL diffonde una nota, ancora disponibile online, secondo cui “il presidente Berlusconi ha incaricato Daniela Santanché e Michela Vittoria Brambilla di predisporre un piano di iniziative e mobilitazioni a sostegno dell’attività di governo e a difesa del premier dalle aggressioni mediatico-giudiziarie. Questo avverrà coinvolgendo tutte le componenti della società civile e tutte le strutture del Pdl, centrali e periferiche”. Passa più o meno un’ora e Bonaiuti smentisce tutto: «Per un banale equivoco è stata attribuita al presidente Berlusconi la decisione di incaricare alcuni dirigenti del PdL per un piano di iniziative e di mobilitazione. Non c’è stata invece nessuna decisione in merito, anzi di questo tema non si e’ parlato neanche per un minuto nel corso del vertice del PdL».

L’interrogatorio di Nicole Minetti
La consigliera regionale del PdL Nicole Minetti, indagata a Milano per sfruttamento della prostituzione minorile, è stata interrogata due giorni fa dai pm. Oggi il Corriere della Sera pubblicava il racconto del colloquio, tratto dai verbali. Minetti si è avvalsa per tre volte della facoltà di non rispondere: quando le hanno chiesto di confermare la veridicità della ricostruzione delle serate di una testimone; quando le hanno chiesto di chiarire la sua gestione dei contratti d’affitto del residence in via Olgettina; quando le hanno chiesto di chiarire il contenuto della sua conversazione con Barbara Faggioli sui presunti consigli ricevuti dal premier riguardo l’auto con la cocaina. Minetti ha ricostruito i suoi rapporti con Berlusconi, dicendo di avere avuto con lui una relazione sentimentale.

Frattini indagato per abuso d’ufficio
La procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati il ministro degli esteri Franco Frattini con l’accusa di abuso d’ufficio, in conseguenza alla denuncia presentata da un cittadino. L’acusa fa riferimento all’iniziativa di Frattini di chiedere al governo di Santa Lucia i documenti sulla casa di Montecarlo. Nei prossimi giorni la procura provvederà a inviare le carte al tribunale dei ministri, che è competente sui presunti reati compiuti da Frattini nell’ambito delle sue funzioni di ministro degli esteri.

Stasera
Stasera a Ballarò c’è il segretario del PD, Pier Luigi Bersani, insieme a Pierferdinando Casini, Maurizio Lupi, Diego Della Valle, Nando Pagnoncelli e Nicola Porro. Se volete ce la guardiamo insieme, sul Post.

foto: FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images