• domenica 30 Gennaio 2011

Possibili sanzioni per Lukashenko

Una delle trattative in corso con l’UE prevede una striscia di 50 km. lungo il confine polacco-lituano, esente da visti

L’Unione Europea potrebbe prendere lunedì misure diplomatiche contro la Bielorussia. A mettere a rischio i rapporti la detenzione di quattro candidati dell’opposizione, dopo le contestazioni per le elezioni del 19 dicembre. In particolare, si parlava di una striscia di 50 km. dal confine polacco e lituano esente da visti, che ora potrebbe saltare. Inoltre, potrebbero essere negati visti di ingresso al presidente Lukashenko e al suo staff. Il ministro degli esteri Sergei Martynov ha detto che la Bielorussia viene accusata ingiustamente, perché nelle manifestazioni non ci sono stati morti, né spari né uso di idranti, e per questo l’UE ha due pesi e due misure, glissando però sugli arrestati. La moglie di uno di loro ha ricevuto una strana telefonata dal marito, che la invitava a non parlare con nessuno, e successivamente una perquisizione del KGB.