• venerdì 21 gennaio 2011

Il rimpasto di governo in India

Il primo ministro indiano lo ha definito “un antipasto”

Dopo una serie di scandali e inchieste per corruzione che hanno coinvolto alcuni ministri, il primo ministro indiano Manmohan Singh ha operato un rimpasto di governo. A chi si aspettavano un intervento più incisivo, il premier ha risposto che questo è solo l’antipasto prima del piatto principale che sarà servito dopo l’approvazione del bilancio. In sostanza non è saltata nessuna posizione chiave, ma i ministri più toccati dagli scandali – petrolio, aviazione e strade e autostrade – sono stati declassati a incarichi meno prestigiosi, e sostituiti da politici di più solida reputazione.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.