I piani di Telecom Italia e Mondadori per gli ebook

La compagnia telefonica lancia uno store e un lettore ebook, mentre l'editore mette a disposizione 1200 titoli

Telecom Italia e Mondadori presentano oggi alla Fiera internazionale del libro di Francoforte la loro nuova iniziativa commerciale per la distribuzione dei libri in formato elettronico in Italia. Si tratta di un primo importante passo di due grandi aziende italiane in un settore del mercato che fino a ora nel nostro paese non ha avuto molta considerazione. La notizia era stata anticipata da alcuni quotidiani questa mattina, ma ora arrivano i primi dettagli direttamente dalla città tedesca.

– Telecom Italia apre oggi un proprio store online (Biblet Store) inizialmente in collaborazione con Mondadori, e successivamente aperto anche agli altri editori. La casa editrice di Segrate partecipa mettendo sul mercato da subito circa 1200 titoli del proprio catalogo disponibili in formato elettronico. Il catalogo completo sarà disponibile entro il 2012.

– Gli ebook di Mondadori saranno messi a disposizione anche su BOL.it, il sito web utilizzato dalla società per la vendita dei propri libri online.

– Franco Bernabé, CEO Telecom Italia, ha confermato che nei prossimi mesi arriveranno nuovi editori sulla piattaforma. Al momento l’accordo ha interessato solamente Mondadori a causa dei tempi stretti e della scarsa reattività delle altre case editrici. Come hanno ricordato Corriere della Sera e La Stampa questa mattina, la scelta di Telecom Italia di andare avanti con un solo editore non è stata gradita molto dai concorrenti, che sono comunque interessati al progetto.

– Gli ebook acquistati su Biblet possono essere utilizzati su qualsiasi lettore di libri in formato elettronico compatibili con Adobe DRM, un formato proprietario per l’editoria digitale.

– A partire dalla fine di novembre, Telecom Italia distribuirà anche una applicazione per smartphone e tablet (come il Galaxy Tab di Samsung) animati da Android per accedere a Biblet e acquistare i libri in formato elettronico.

– Entro fine mese, inoltre, Telecom Italia dovrebbe introdurre sul mercato un proprio dispositivo per la lettura degli ebook. Il reader sarà un Sagem venduto con il marchio TIM e sarà dotato di uno schermo a inchiostro elettronico, simile al Kindle di Amazon. Potrà navigare all’interno del portale per l’acquisto dei libri e dovrebbe avere un prezzo tra i 250 e i 300 euro. Arriverà anche un tablet a colori con marchio Olivetti, l’OliPad, entro Natale.

– I piani di Telecom Italia sono molto simili alla strategia commerciale messa in piedi negli ultimi anni da Amazon. La logica è la stessa, ovvero fornire sia il dispositivo che gli ebook, ma il progetto sarà aperto a tutti gli editori che potranno scegliere come vendere i loro libri in formato elettronico e a quale prezzo.

– Inizialmente lo store di Telecom Italia avrà una sorta di esclusiva sugli ebook distribuiti da Mondadori. Successivamente l’editore metterà a disposizione i propri titoli anche ad altri produttori di lettori ebook e tablet, Apple compresa.

– Maurizio Costa (CEO Mondadori): «Si aprono molti fronti. Non solo l’esportazione di nostri titoli all’estero, ma anche la potenzialità di allargamento della nostra offerta. Aprire anche a giovani che fanno proposte eccellenti, ma che non riusciamo a pubblicare entro le 1500 novità che pubblichiamo ogni anno. L’ipotesi è di pubblicare libri anche solo online».

– La navigazione all’interno della piattaforma e dello store Telecom sarà gratuita con il reader.

– Per la fornitura del servizio Telecom Italia trattiene il 30% della vendita di ogni ebook, mentre il restante 70% resta all’editore. Per i clienti non ci saranno costi aggiuntivi. Il prezzo di copertina di ogni ebook sarà in media del 35% inferiore rispetto al cartaceo.

– La piattaforma offre ampia libertà a ogni editore, sia sul prezzo che sui limiti (DRM) per ogni singolo ebook.