• Media
  • martedì 4 maggio 2010

Chi sta con chi

Financial Times, Times e Sun non sostenevano i conservatori da diversi anni

Solo il Daily Mirror con Brown, la stampa progressista va tutta con Clegg

A due meno di due giorni dal voto in Gran Bretagna, il Guardian mette un po’ d’ordine fra le dichiarazioni di voto dei maggiori giornali britannici con un’infografica molto efficace.

Ieri è arrivato il sostegno del Financial Times per i conservatori: una dichiarazione piuttosto pesante, dato che il quotidiano finanziario britannico aveva dato il suo sostegno al Labour in tutte le ultime quattro tornate elettorali. Il Financial Times si aggiunge a un gruppo di testate che comprende il Times (che non sosteneva i conservatori da diciotto anni), l’Economist, il Sunday Express, il Daily Mail, il Sun, il Daily Telegraph e News of the World.

L’unico quotidiano nazionale a schierarsi col primo ministro uscente Gordon Brown e i laburisti è il Daily Mirror, mentre si schierano con i liberaldemocratici di Nick Clegg quotidiani di orientamento progressista come l’Independent, il Guardian e l’Observer.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.