(MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA)
  • Italia
  • venerdì 10 Settembre 2021

Il governo ha esteso l’obbligo vaccinale nelle RSA e previsto il Green Pass per chi entra nelle scuole

Ha allargato l'obbligatorietà anche al personale esterno che lavora nelle strutture socio-assistenziali

(MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA)

Giovedì il governo ha approvato un nuovo decreto legge che introduce dal 10 ottobre l’obbligo della vaccinazione contro il coronavirus per tutti i lavoratori delle strutture residenziali, socio-assistenziali e sociosanitarie (come, ad esempio, le RSA e le strutture per gli anziani), già previsto ma solo per gli operatori sanitari. Ha poi esteso l’obbligo del Green Pass a chi accede a qualunque struttura scolastica, che siano scuole per l’infanzia, università o corsi serali. Quest’obbligo non varrà però per gli studenti, a eccezione di quelli universitari per i quali è già previsto dal primo settembre.

In base al nuovo decreto, quindi, oltre al personale scolastico dovranno avere il Green Pass anche tutti quelli che vogliono entrare in una scuola, come i genitori degli alunni e gli operatori delle mense o delle pulizie che prestano servizio nelle scuole ma che sono dipendenti di ditte esterne.

I controlli saranno affidati ai dirigenti scolastici e ai responsabili delle strutture. Sia l’obbligo del vaccino che l’obbligo del Green Pass non si applicheranno alle persone che sono esenti dalla campagna vaccinale per motivi medici.

– Leggi anche: L’obbligo vaccinale, spiegato

Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio Mario Draghi aveva annunciato l’introduzione dell’obbligo vaccinale per diverse categorie di lavoratori, ma nel Consiglio dei ministri di giovedì si è deciso di rinviare alla prossima settimana eventuali decisioni su lavoratori della pubblica amministrazione e del settore privato.

Le cose da sapere sul coronavirus

Il motivo sono i contrasti nati all’interno del governo per la conversione in legge del cosiddetto “decreto Green Pass” di luglio. Nella discussione alla Camera la Lega aveva infatti inizialmente assicurato il proprio appoggio al governo su tutte le votazioni, salvo poi votare con l’opposizione per abolire l’obbligo di esibire il Green Pass in alcune circostanze. Alla fine giovedì la Camera ha approvato il decreto con anche i voti della Lega, che però ha partecipato alla votazione con solo 45 deputati presenti su 132. Un’ulteriore estensione delle categorie lavorative alle quali è richiesto il Green Pass è ritenuta comunque imminente dai giornali.

– Leggi anche: Le fatiche dei vaccinati che non riescono a ottenere il Green Pass