Donald Trump durante un incontro a Phoenix, in Arizona, lo scorso 24 luglio (AP Photo/ Ross D. Franklin)
  • Mondo
  • venerdì 10 Settembre 2021

L’11 settembre Trump commenterà un incontro di boxe

Nel ventesimo anniversario dell'attacco alle Torri Gemelle l'ex presidente statunitense tornerà a una vecchia passione

Donald Trump durante un incontro a Phoenix, in Arizona, lo scorso 24 luglio (AP Photo/ Ross D. Franklin)

Sabato, il giorno dell’anniversario dei 20 anni degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001, l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump commenterà un incontro di boxe tra l’ex campione dei pesi massimi Evander Holyfield e l’ex lottatore di arti marziali miste Vitor Belfort che si terrà all’Hard Rock Hotel & Casino di Hollywood, in Florida. Tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta Trump aveva presentato vari incontri di boxe nei casinò di sua proprietà: la scelta di commentare questo incontro in un giorno così delicato per gli Stati Uniti ha attirato molte critiche, alimentando le ipotesi secondo le quali stia cercando di farsi pubblicità in vista di una candidatura alle elezioni presidenziali del 2024.

L’evento, chiamato “No Holds Barred” (letteralmente “nessuna presa è vietata”), sarà trasmesso in pay-per-view sul canale di sport e intrattenimento FITE TV. Trump sarà uno dei commentatori principali assieme al figlio maggiore, Donald Trump Jr. In un comunicato, l’ex presidente ha detto «amo i grandi pugili e i grandi combattimenti. Non vedo l’ora di vedere entrambi questo sabato sera e di condividere le mie opinioni a bordo ring».

Sempre sabato, l’attuale presidente degli Stati Uniti Joe Biden visiterà invece i tre siti dove furono compiuti gli attentati terroristici del 2001: New York, dove si trovavano le due Torri Gemelle, la sede centrale del Dipartimento della Difesa (chiamato informalmente Pentagono), in Virginia, e Shanksville, la città della Pennsylvania dove precipitò uno dei quattro aerei dirottati l’11 settembre.

Dopo aver perso le elezioni presidenziali dello scorso novembre ed essere stato espulso da tutti i maggiori social network per i fatti legati all’attacco al Congresso degli Stati Uniti dello scorso 6 gennaio, Trump è rimasto lontano dalle attenzioni dei media, ma quest’estate ha partecipato a varie manifestazioni organizzate dai Repubblicani.

In collegamento telefonico durante una conferenza stampa per promuovere l’evento, Trump ha detto che se dovesse scegliere di combattere contro qualcuno su un ring «probabilmente» il suo sfidante più debole sarebbe Joe Biden, «perché credo che cederebbe molto, molto velocemente», «nel giro di pochi secondi».

Belfort è brasiliano, ha 44 anni ed è stato un campione di varie categorie della Ultimate Fighting Championship (UFC), un’organizzazione di arti marziali miste statunitense. Holyfield invece ha 58 anni ed è famoso soprattutto per essere il pugile a cui Mike Tyson staccò un pezzo di orecchio a morsi nel 1997. Holyfield parteciperà all’incontro dopo che lo sfidante originale di Belfort, Oscar De La Hoya, aveva annunciato di essere risultato positivo al coronavirus lo scorso 3 settembre.