Giannis Antetokounmpo festeggia dopo la vittoria del titolo NBA (Jonathan Daniel/Getty Images)
  • Sport
  • mercoledì 21 Luglio 2021

I Milwaukee Bucks hanno vinto il campionato di basket NBA

Il secondo negli ultimi 50 anni: hanno battuto in finale i Phoenix Suns, grazie soprattutto a Giannis Antetokounmpo

Giannis Antetokounmpo festeggia dopo la vittoria del titolo NBA (Jonathan Daniel/Getty Images)

I Milwaukee Bucks hanno vinto la NBA, il più importante campionato di basket americano, dopo aver battuto i Phoenix Suns 105 a 98 nella sesta gara delle finali (gara-6). Per i Bucks è il secondo titolo NBA nella loro storia: il primo era stato vinto esattamente 50 anni fa, nel 1971, quando a Milwaukee giocava Kareem Abdul-Jabbar, uno dei giocatori più forti di sempre.

I Bucks avevano iniziato le finali perdendo le prime due partite, e i Suns sembravano essere sulla buona strada per vincere il titolo, anche grazie alle ottime prestazioni dei loro due giocatori più forti, Chris Paul e Devin Booker.

Ma nelle successive partite, soprattutto grazie a un solido lavoro in difesa (come dimostra la spettacolare stoppata di Giannis Antetokounmpo a 74 secondi dal termine di gara-4), i Bucks erano riusciti a riportarsi in parità e poi a superare i Suns in gara-5, giocata a Phoenix. L’ultima partita, giocata invece a Milwaukee, è stata molto incerta fino all’ultimo. I Suns erano in vantaggio al termine del secondo quarto, ma dal terzo quarto in poi i Bucks hanno rimontato e non sono più tornati in svantaggio.

Il miglior giocatore dei Bucks è stato il greco Giannis Antetokounmpo, che in gara-6 ha realizzato 50 punti (di cui 20 nel solo terzo quarto), 14 rimbalzi e 5 stoppate, ed è stato nominato MVP delle finali (cioè il miglior giocatore di tutte le 6 gare disputate).

Per Antetokounmpo, che ha 26 anni ed è nato ad Atene da genitori nigeriani immigrati, è il completamento di una carriera iniziata in NBA nel 2013, dopo aver giocato nella seconda divisione del campionato greco: quell’anno Milwaukee lo scelse al 15esimo turno del draft, l’evento annuale con cui le squadre NBA scelgono i giocatori del college e dei campionati esteri. Seppur semi-sconosciuto e ancora molto acerbo tecnicamente, Antetokounmpo in NBA mostrò fin da subito doti fisiche eccezionali che gli permettevano di essere dominante sia in attacco che in difesa.

Nel corso di questi anni Antetokounmpo è cresciuto molto ed diventato uno dei migliori giocatori della lega, vincendo per due volte il titolo di MVP della stagione regolare. Attorno a lui i Bucks hanno costruito una squadra in grado di competere per vincere il campionato, ma solo quest’anno sono riusciti a raggiungere le finali.

L’allenatore, Mike Budenholzer, è riuscito a formare una squadra estremamente solida in difesa, soprattutto grazie all’arrivo nel 2020 di Jrue Holiday, uno dei migliori difensori della lega. Nelle finali ha giocato sei ottime partite anche Kris Middleton, a Milwaukee dal 2013 come Antetokounmpo. In gara-6 Holiday e Middleton hanno segnato rispettivamente 12 e 17 punti.