Geraldine Ferraro, candidata alla vicepresidenza con il partito democratico legge il giornale una mattina del 1984 (AP Photo/Ron Frehm)

Un regalo di Natale al giorno: -4

Un abbonamento a un giornale online, non uno qualsiasi

Geraldine Ferraro, candidata alla vicepresidenza con il partito democratico legge il giornale una mattina del 1984 (AP Photo/Ron Frehm)

Ogni anno, quando arriva dicembre, ci spremiamo le meningi per dare una mano a chi è a corto di idee sui regali. Quest’anno abbiamo selezionato esempi molto belli di grandi classici natalizi: per un mese, fino al 24 dicembre, ve ne suggeriamo uno al giorno, che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Magari può funzionare per qualcuno che conoscete. Altrimenti ci riproviamo il giorno dopo.

Quello che sta per finire è stato un anno diverso anche per quanto riguarda il rapporto con l’informazione: anche chi prima se ne curava poco quest’anno ha probabilmente dedicato un bel po’ di tempo a leggere articoli, guardare telegiornali e cercare di capire le notizie. A molti è capitato di discutere con amici e conoscenti delle bufale che circolavano su WhatsApp, delle anticipazioni e delle ipotesi sulle decisioni del governo, dei giornali di cui ci si fida e di quelli che ci si è stufati di leggere. Insomma, la qualità e l’affidabilità dell’informazione sono state un grande argomento di conversazione.
Alla fine di quest’anno, quindi, alcuni di voi potrebbero aver pensato di regalare un abbonamento a un giornale di cui si fidano: in un anno così, è un bel regalo.
Se state leggendo questo articolo perché apprezzate il lavoro di questo giornale in particolare, il nostro consiglio (non proprio disinteressato, d’accordo) di oggi è proprio di regalare un abbonamento al Post. Tra i piccoli vantaggi pratici: si può comprare online, non ha tempi di spedizione e non rischia di finire su uno scaffale a prendere la polvere.

Per regalare un abbonamento al Post basta avere la mail della persona a cui lo si vuole regalare: una volta che lo avrete sottoscritto, il destinatario riceverà via mail il vostro buono regalo e avrà novanta giorni di tempo per riscattarlo. Si può regalare un abbonamento mensile (8 euro) o un abbonamento annuale (80 euro). In questo modo chi lo riceve potrà leggere il Post senza banner pubblicitari, riceverà Evening Post, la nostra newsletter serale con le notizie più importanti della giornata e un po’ di dietro le quinte sul lavoro della redazione, e Le Canzoni, la newsletter in cui il direttore Luca Sofri racconta una canzone ogni sera. Gli abbonati, inoltre, possono commentare gli articoli e hanno accesso ai podcast del Post, tra cui Tienimi Bordone, la rubrica mattutina di Matteo Bordone. Se siete lettori occasionali e prima di regalare l’abbonamento vorreste sapere meglio cosa fa il Post, qui lo trovate spiegato. Se invece passate spesso da queste parti, sappiate che oltre a fare un regalo alle persone a cui volete bene, regalando un abbonamento al Post contribuite a renderlo ancora più grande e più completo.
E grazie, come sempre.

Chi è già abbonato, può andare alla sua bacheca e acquistare da lì il buono regalo. Chi invece non lo è, deve andare alla pagina abbonati.ilpost.it e seguire le istruzioni.
Gli abbonamenti in regalo non prevedono il rinnovo automatico. Per altre informazioni, bisogna consultare le Condizioni e Termini d’Uso.

Se siete in cerca di altre idee, potete guardare tutti i suggerimenti quotidiani che abbiamo messo insieme finora, oppure le liste che seguono, ma facendo attenzione ai tempi di spedizione visto che ormai manca poco:

– 20 idee per fare i regali di Natale, spendendo 20 euro al massimo
– 20 idee per fare i regali di Natale, spendendo 60 euro al massimo
– 20 (più 2) regali di Natale che costano al massimo 120 euro
– 20 idee per fare i regali di Natale, di prezzi vari
– 20 idee per fare un regalo di Natale a una persona vegana
– 15 idee per fare un regalo di Natale a bambini e bambine

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.