Regali di Natale che costano meno di 60 euro

Tra cui un mazzo di carte, una bottiglia di gin, un annaffiatoio, due abbonamenti e una bacchetta magica

Quando si deve fare un regalo di gruppo a una persona c’è sempre quell’iniziale momento di imbarazzo in cui si deve stabilire il budget che si spenderà: ognuno sa come vorrebbe contribuire, ma non vuole né apparire come quello tirchio, né forzare gli altri a spendere più di quanto vorrebbero. Per questo quando alla fine qualcuno si fa avanti e dice la sua, si tira un sospiro di sollievo. In realtà quando si ha un’idea davvero convincente di regalo – salvo abbia un costo esorbitante – è più facile mettersi d’accordo: anche perché se un regalo è bello, originale e azzeccato si spende più volentieri.

Per mettere insieme una lista di potenziali regali di Natale che costino più di 20 euro (per quelli che costano meno abbiamo fatto un’altra lista) abbiamo tenuto presente questo principio e cercato nuove idee che (speriamo) non avete già visto altrove. Abbiamo comunque messo un tetto massimo di spesa di 60 euro, perché per qualcuno di più non ha senso per un regalo di Natale. Tutti gli oggetti citati si possono acquistare online o contattando il negozio fisico per fare l’ordine da ricevere (o spedire) a domicilio. Per i siti e i negozi più piccoli, consigliamo di sbrigarsi, per essere sicuri di farli recapitare entro Natale.

Le carte di Davide Barco
Davide Barco è un illustratore che da anni collabora, tra le altre cose, con la redazione sportiva del New York Times. Qualche mese fa, come progetto personale, ha realizzato un mazzo di carte da gioco (da poker, per intenderci) con le illustrazioni dei più grandi giocatori di basket degli ultimi quarant’anni. Costano 27 euro e si possono comprare sul suo shop di Etsy.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

Un kit per fare gli amigurumi
In giapponese, amigurumi vuol dire letteralmente “giocattoli lavorati all’uncinetto”. Sono pupazzetti fatti a mano di moltissime forme: l’unico requisito è che siano kawaii, pucciosi. Per farli si usano piccoli ferri perché la maglia deve essere fitta e riuscire a contenere l’imbottitura. Non è difficile, ma per chi non è pratico di uncinetto è bene cominciare con qualcosa di semplice, cioè con delle palle (qui c’è un tutorial). Una volta che si è presa la mano si possono fare regali per bambini e decorazioni per la casa, o semplicemente simpatici soprammobili. Su Amazon il kit per principianti costa 28 euro e si può scegliere con varie combinazioni di colori. Potete regalarlo direttamente oppure, se vi sbrigate, usarlo per fabbricare voi dei regali per quelli a cui volete bene.

Una selezione di cocktail
Nio è una startup italiana che vende cocktail artigianali confezionati e li spedisce a domicilio. Ha un menù con molta scelta, dal classico Negroni al Cosmopolitan e al Vodka Sour, e dà la possibilità di comporre box personalizzate da 5 cocktail (costa 29 euro) o da 10 (costa 54 euro). Al prezzo va aggiunta la spedizione, che costa 5 euro in tutta Italia se si spendono meno di 60 euro. Anche su Tannico si può comprare una box di Nio, da 29 euro, pensata per chi apprezza il whisky.

Un abbonamento a riviste indipendenti
Frab’s è un sito, un negozio online e una casa editrice che tra le altre cose si occupa di selezionare riviste internazionali, culturali o artistiche, particolarmente belle. Permette di regalare buoni da 25, 30, 35, 40, 45 o 50 euro per fare acquisti dal suo catalogo di riviste online, che è molto ricco e vario. In alternativa, si può regalare un abbonamento al Secret Mag Club, che costa 15 euro al mese per chi vive in Italia, o 20 per chi vive in Europa: ogni mese gli abbonati ricevono un pacchetto unico (cioè diverso da quello di ogni altro abbonato) con una rivista, una foto d’epoca e il brano di un racconto che prosegue di mese in mese.

Macina sale e pepe automatici
È un regalo adatto ad amici o parenti molto avvezzi alla cucina e che amano fare bella figure quando hanno ospiti a cena. Sono fatti di acciaio inox nero e hanno le lame in ceramica: funzionano premendo un tasto che attiva la macinatura automatica (regolabile) e accende una lucina per illuminare bene il piatto mentre lo fa. Funzionano a pile, che vanno comprate a parte. Costano 40 euro.

Piatti unici
Funky Table è un negozio online che vende una selezione di oggetti d’arredamento (ma non solo) molto adatti a persone con gusto estetico “massimalista”, come si dice, e cioè che amano sovrabbondanza di colori, forme e materiali (il contrario dei minimalisti, insomma). Tra quelli in budget, i prodotti preferiti dalla redazione sono nella sezione piatti e ciotole: come questo piatto da portata (49 euro) realizzato dal designer francese Sam Boron e questa insalatiera (35 euro) ispirata alle tendenze disco degli anni Ottanta. Se invece siete già dei massimalisti convinti, vi consigliamo di fare una composizione di piatti di latta tutti diversi, a 10 euro l’uno.

Una bacchetta magica
Per persone a cui piace sperimentare con trucchi e cosmetici (ma anche sfoggiare prodotti insoliti e appariscenti), esiste una “bacchetta magica” che funziona sia come blush per le guance che come rossetto per le labbra. La magia sta nel fatto che non ha un colore definito, ma la resa varia in base alla carnagione di ciascuno: è possibile grazie a un pigmento che si attiva a contatto con la pelle, in base a pH e umidità. La bacchetta costa 25 euro e si può comprare qui o anche qui.

Un contenitore per il pranzo
A chi non ha mai smesso di lavorare fuori casa, ma anche per chi tornerà in ufficio prima o poi, potreste regalare un bel contenitore porta pranzo. Questo di Guzzini ha un simpatico aspetto tondeggiante che ha la giusta capienza per portare fino a due pietanze separate: costa 30 euro e c’è in blu, verde e bianco. In alternativa, c’è la “valigetta” da tre scomparti di Alessi (44 euro) o il tradizionale bentobako (per essere precisi “bento” è il pasto che contiene) giapponese rivisitato dal marchio francese Umami (32 euro).

Una maglietta
Tacchetee è un negozio di abbigliamento stampato e ricamato con illustrazioni ispirate a persone famose degli anni Novanta, soprattutto in ambito calcistico, ma non solo. Ci sono ad esempio una maglietta con Maradona, per i suoi fan più inconsolabili, una con Kevin, il protagonista di Mamma ho perso l’aereo, che va bene anche per chi di calcio non si è mai interessato, o, per intenditori, una con Carletto Mazzone, anche noto come Sor Carletto. Costano 36 euro.

Tovaglia o tovagliette wax
Endelea è un marchio di moda nato a Milano nel 2018 che crea collezioni di abiti e accessori per la casa in tessuti wax, i tipici tessuti con fantasie geometriche e colorate, usati nella moda africana, che hanno la caratteristica di avere uguale intensità di colore su entrambi i lati. Oltre agli abiti Endelea vende anche alcuni accessori per la casa, tra cui tovaglie, formate da tessuti di varie fantasie (55 euro) o di una fantasia unica (45 euro), e tovagliette. Le tovagliette si possono scegliere di tessuti diversi per comporre dei set per due o più persone: ogni tovaglietta è double face e costa 18 euro.

Una bottiglia di gin
Una bottiglia di Star Of Bombay (46 euro) è una bella idea regalo per amici che apprezzano il tradizionale Bombay Sapphire: questa è una versione arricchita da buccia di bergamotto e semi d’ibisco. Una redattrice del Post che lavorava in un bar ― e di gin ne ha assaggiati parecchi ― dice che è tra i migliori che abbia mai provato. Un altro possibile regalo è The Botanist (35 euro), che viene distillato in un alambicco in una vecchia distilleria sull’isola scozzese di Islay: è uno dei pochi alambicchi rimasti in uso e un tempo veniva usato per la distillazione del whisky. Quando lo si beve si sentono tracce di agrumi, menta, ginepro e coriandolo e in rilievo sul vetro della bottiglia si leggono tutti i nomi latini delle erbe usate.

In alternativa potete considerare il Nikka Coffey (40 euro), che viene prodotto con un alambicco scozzese che veniva usato per fare il whisky e che negli anni Sessanta fu importato in Giappone, nella distilleria di Miyagiko, e impiegato per la distillazione del gin. Ha un sapore fresco, fruttato e con una nota di pepe. Infine, per gli amanti del gin che potrebbero apprezzarne la confezione, c’è Engine (39 euro), un gin prodotto in Alta Langa, in Piemonte, e venduto dentro una latta che ricorda le taniche di benzina e l’estetica anni Ottanta.

Friulane
Ultimamente le tradizionali pantofole di velluto friulane si sono diffuse moltissimo, e non solo per stare in casa. Le ragioni di questa nuova moda le avevamo raccontate bene qui: un’ipotesi è che nei mesi passati in casa per il lockdown le persone abbiano cominciato a dedicare più attenzione a indumenti e accessori “da casa”, un’altra è che abbiano cominciato a circolare sempre più spesso nel mondo della moda e che da lì si siano diffuse al largo pubblico. Sta di fatto che piacciono molto a uomini e donne, giovani e no. Potete regalarle suggerendo di usarle in casa per i prossimi mesi, e poi per uscire quando farà un po’ più caldo. Si possono ordinare con consegna a domicilio da Piedaterre, uno dei più antichi negozi di Venezia a vendere friulane (furlane, in dialetto). Oppure sul sito di Melidè.

(Piedaterre)

Un libro fotografico
Per amiche o parenti che erano adolescenti tra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila (ma anche per amiche e parenti che sono adolescenti ora) e che amano la fotografia, qualche mese fa è uscito Girl Pictures. È un libro tratto dal progetto fotografico dell’americana Justine Kurland, che nel 1997 partì da sola per un giro degli Stati Uniti alla ricerca di ragazze adolescenti, per immortalare il loro bisogno di libertà e ribellione. Per usare le parole di Kurland: «Ho messo in scena le ragazze come un esercito permanente di adolescenti fuggitive e resistenti agli ideali patriarcali». Su Amazon costa 39 euro (i testi sono in inglese).

Un microfono per fare il karaoke
L’abitudine di cantare sotto la doccia ce l’hanno in molti, ma quella di cantare anche dopo la doccia è una delle cose per cui è nota Caterina Zanzi, l’influencer nota anche come @conoscounposto. In accappatoio e turbante, direttamente dal bagno di casa sua, ha cominciato a cantare le canzoni richieste dai suoi follower con un microfono per karaoke che si può collegare agli smartphone via Bluetooth: funziona come altoparlante per la base musicale e come amplificatore della voce. Si può usare anche da solo, per amplificare o modificare la voce con una serie di effetti, e anche senza farsi la doccia prima. Costa 33 euro, e c’è in tre colori.

Un annaffiatoio
Haws è un’azienda inglese che esiste dal 1886 e dice di essere «la più antica azienda produttrice di innaffiatoi» del mondo. Vende annaffiatoi di metallo o di plastica con un design che fa pensare ai vecchi cottage inglesi e potrebbero essere un buon regalo per amici e parenti che negli ultimi mesi hanno scoperto il piacere del giardinaggio o che si sono fatti contagiare dalla cosiddetta estetica cottagecore. Oltre agli annaffiatoi colorati che costano 50 euro, si possono acquistare kit che includono un piccolo innaffiatoio di plastica e un nebulizzatore (dai 25 euro in su).

Un abbonamento a una rivista per genitori
Uppa magazine è una rivista bimestrale che cerca di rispondere alle domande e ai dubbi che si può fare un genitore oggi, andando oltre i molti stereotipi sull’infanzia ancora in circolazione e molte idee educative del passato, che, per quanto radicate, oggi sono ritenute dannose da psicologi e pedagogisti. Il suo approccio generale è che non esiste una ricetta giusta per fare il genitore, ma che i consigli degli esperti possono essere utili per essere madri e padri più consapevoli e informati. L’abbonamento annuale (che costa 39 euro) può essere un ottimo regalo per chi è appena diventato genitore, in particolare in questo periodo in cui si può fare meno affidamento sull’aiuto di nonni e amici che hanno già figli. (Disclaimer: Uppa è un’inserzionista del Post, ma anche da prima che lo diventasse era molto apprezzata in redazione.)

Un libro sulle immagini
Il designer Riccardo Falcinelli, oltre a essere forse la massima autorità in fatto di copertine di libri in Italia, è anche un capace divulgatore sul design e le sue funzioni, a cui ha dedicato vari libri. Ad esempio Cromorama, un saggio sulla storia del nostro rapporto con i colori, e Critica portatile al visual design, che spiega come funziona il visual design, cioè tutto ciò che ha a che fare con le immagini pensate per essere viste da un pubblico. Quest’anno invece è uscito Figure, un saggio che cerca di rispondere alla domanda: perché alcune immagini diventano famose, ci catturano, stupiscono, ipnotizzano, e altre no? Costa 23 euro su Amazon e IBS.

Calici da vino
Adatti soprattutto a chi si è appena trasferito in una casa nuova e deve attrezzare la cucina, ma si è fermato alle cose essenziali. Di calici da vino ce ne sono di moltissimi tipi, diversamente da quanto si potrebbe pensare: per esempio, il primo da sinistra nella foto, di Ittala, è per il vino bianco, quello a fianco per il vino rosso. Il set da quattro di quelli per il vino bianco costa 60 euro. Se non si è intenditori raffinati però i calici si possono scegliere anche solo in base al design, magari perché colpiti da un taglio obliquo, come quello di questi calici di Villeroy e Boch (50 euro per 4 pezzi). Per chi preferisce uno stile più barocco può andare bene qualcosa di questo tipo; altrimenti con questi si va sul classico (benché più noioso) e non si sbaglia.

(Ittala)

Un poster-locandina
Ciao! Discoteca italiana fa poster che ricordano le locandine di una volta e sono ispirati a canzoni e artisti della musica pop italiana. In giro potreste aver visto quello con la citazione da “Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco, ma ce ne sono molti altri, altrettanto belli. Per esempio, quello ispirato a “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli, quello dedicato a “Sfiorivano le viole” di Rino Gaetano e quello su “Contatto” di Enzo Carella.

Tazze e ciotole fatte a mano
Negli ultimi mesi, sempre più artigiani si sono attrezzati per vendere online e spedire in tutta Italia i propri prodotti. Tra chi realizza oggetti di ceramica, c’è Arbanella, che vende set di ciotoline e vasi fatti a mano. Oppure Ernesto, il mercato dell’artigianato che fino a qualche mese fa veniva ospitato da Frida, un locale di Milano: tra le opere di ceramica fatte al tornio ci sono tazze, tazzine e altre tazzine, tutte molto graziose.

Se nessuna idea della lista vi ha convinti, potete dare un’occhiata alle altre liste di idee per i regali di quest’anno:
20 idee per fare i regali di Natale, di prezzi vari
20 idee per fare un regalo di Natale a una persona vegana
20 idee per fare i regali di Natale, spendendo 20 euro al massimo

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.