Diego Armando Maradona tra Terry Butcher e Peter Shilton, difensore e portiere dell'Inghilterra, prima di segnare il suo secondo gol della partita (STAFF/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • mercoledì 25 Novembre 2020

Il gol più bello nella storia del calcio

Quello che Diego Armando Maradona segnò all'Inghilterra nei quarti di finale dei Mondiali in Messico del 1986

Diego Armando Maradona tra Terry Butcher e Peter Shilton, difensore e portiere dell'Inghilterra, prima di segnare il suo secondo gol della partita (STAFF/AFP/Getty Images)

Per molti il ricordo di Diego Armando Maradona, uno dei più forti calciatori della storia, morto mercoledì a sessant’anni, è legato a una partita che si giocò il 22 giugno 1986 a Città del Messico durante i Mondiali.

L’Argentina giocava contro l’Inghilterra (quattro anni prima i due paesi erano stati in guerra per le isole Falkland). A inizio secondo tempo, Maradona portò in vantaggio la sua squadra con un gol di mano che sarebbe diventato noto come la Mano de Dios. Quattro minuti dopo segnò invece un gol che in molti da allora hanno definito il più bello della storia del calcio, tanto che nel 2002 un sondaggio della FIFA lo definì “il gol del secolo”.

Maradona prese palla a centrocampo, ruotò su se stesso saltando due centrocampisti inglesi, poi nell’ordine dribblò il difensore Terry Butcher, l’altro difensore Terry Fenwick, il portiere Peter Shilton e fece gol prima che un altro difensore avversario, Kenny Sansom, potesse intercettare il pallone. Il tutto nel giro di undici secondi. L’Argentina vinse quella partita e anche i Mondiali, battendo in finale la Germania Ovest. Maradona fu di gran lunga il miglior giocatore del torneo, e l’anno successivo avrebbe trascinato il Napoli alla vittoria del suo primo Scudetto.

– Leggi anche: Maradona, cantato