• Mondo
  • sabato 7 Novembre 2020

La mappa della vittoria di Joe Biden negli Stati Uniti

Con gli stati in cui ha già vinto di sicuro, quelli in cui è in vantaggio, e quelli che invece hanno votato per Donald Trump

Sabato, quando in Italia erano più o meno le 17:30, Joe Biden è stato proclamato presidente degli Stati Uniti dai grandi network americani, che hanno deciso che il suo vantaggio su Donald Trump in Pennsylvania era diventato incolmabile, assegnandogli così lo stato e portando il conteggio dei suoi grandi elettori a 273: tre in più di quelli necessari per essere eletti alla Casa Bianca. Qualche minuto dopo, Associated Press ha assegnato a Biden anche il Nevada, uno degli altri stati rimasti in bilico, portandolo a 279 grandi elettori.

Lo scrutinio è ancora in corso quasi ovunque, ma rimangono soltanto quattro stati non ancora certi: l’Arizona, dove Biden è avanti di circa 20mila voti, la Georgia, dove è avanti di poco più di 7mila voti, e il North Carolina, dove invece è avanti Trump. L’altro stato non ancora assegnato è l’Alaska, che vincerà secondo tutte le previsioni Trump ma dove lo scrutinio è indietrissimo. In Georgia ci sarà invece probabilmente un riconteggio, visto lo scarto minimo tra i due candidati.

– Leggi anche: I problemi con le mappe elettorali americane