• Mondo
  • lunedì 10 Agosto 2020

I morti per l’esplosione di Beirut sono più di 200

Il governatore di Beirut Marwan Abboud ha detto che sono più di 200 le persone morte a seguito dell’enorme esplosione che martedì 4 agosto ha devastato parte della capitale libanese. L’esercito ha intanto interrotto le ricerche dei dispersi nella zona del porto da cui è partita l’esplosione. Abboud ha dichiarato che decine di persone non sono state ancora trovate, tra cui molti lavoratori stranieri.

– Leggi anche: Cosa ci faceva tutto quel nitrato di ammonio al porto di Beirut

Intanto domenica notte ci sono state nuove violente proteste, dopo quelle del 7 agosto, contro il governo, a cui i manifestanti attribuiscono la responsabilità dell’esplosione. Le proteste sono continuate anche dopo le dimissioni del ministro dell’Informazione, Manal Abdul Samad, e di diversi parlamentari. Dopo l’esplosione centinaia di migliaia di persone sono rientrate in case gravemente danneggiate e non sicure.

(Daniel Carde/Getty Images)