David de Gea e Paul Pogba dopo la vittoria a Leicester all'ultima giornata di Premier League (Michael Regan/Pool via AP)
  • Sport
  • lunedì 20 Luglio 2020

Il calcio è diverso ma i risultati sono veri

Le classifiche finali e quelle ormai vicine alla fine dei cinque maggiori campionati di calcio europei, per capirsi un po' dopo tutto quello che è successo

David de Gea e Paul Pogba dopo la vittoria a Leicester all'ultima giornata di Premier League (Michael Regan/Pool via AP)

Fra sospensioni, interruzioni e ripartenze causate dalla pandemia, la stagione calcistica europea 2019/2020 passerà alla storia come una delle più lunghe, complicate e anomale mai disputate. Siamo a luglio e alcuni campionati, tra i quali la Serie A, si devono ancora concludere. Altri invece sono ripartiti prima e hanno già finito, mentre altri ancora hanno deciso di non riprendere proprio. L’abitudinario e costante calendario del calcio europeo è stato inevitabilmente stravolto, ma i risultati sono reali e lo saranno anche le conseguenze.

Serie A

In corso

In Serie A si è appena conclusa la penultima giornata di campionato, quella che ha consegnato matematicamente lo Scudetto alla Juventus, che insieme a Inter, Atalanta e Lazio è certa della qualificazione alla fase a gironi della prossima UEFA Champions League. Per quanto riguarda l’Europa League, la qualificate sono Milan, Roma e Napoli, quest’ultima già sicura da tempo dal proprio posto, avendo vinto la Coppa Italia a fine giugno. In fondo alla classifica, la Spal è retrocessa in Serie B con quattro giornate di anticipo, il Brescia con tre: il prossimo anno saranno sostituite da Benevento e Crotone. L’ultima retrocessione in Serie B si deciderà nelle ultime due giornate di campionato tra Lecce e Genoa.

Premier League

Conclusa

Durante la sospensione il Liverpool ha temuto di non poter concludere un campionato di fatto già vinto nei mesi precedenti. Invece lo scorso 25 giugno, grazie alla sconfitta del Manchester City contro il Chelsea, ha vinto la Premier League con sette giornate di anticipo, tornando campione d’Inghilterra per la prima volta dopo trent’anni di attesa. In Champions League ci andranno anche City, Manchester United e Chelsea. L’Arsenal invece potrebbe salvare un’altra pessima stagione in caso di vittoria nella finale di FA Cup del primo agosto, con la quale potrebbe qualificarsi all’Europa League dopo Leicester e Tottenham. In fondo alla classifica, neanche quest’anno il Norwich è riuscito a restare in Premier League per più di una stagione consecutiva. È retrocesso anche il Watford, squadra di proprietà della famiglia Pozzo.

Liga

Conclusa

Il campionato spagnolo si è concluso il 19 agosto. Il Real Madrid di Zinedine Zidane è tornato a vincere dopo due stagioni, soprattutto grazie ai nove punti persi dal Barcellona nella ripresa della stagione. Il quarto posto è tornato al Siviglia mentre il Granada si è qualificato alle coppe europee un anno dopo la promozione dalla seconda divisione. L’Espanyol invece ha fatto il percorso inverso, venendo retrocesso per la prima volta in ventisette anni: l’anno prossimo in Liga non ci sarà nessun derby di Barcellona. Anche la capitale Madrid ha perso una squadra, il piccolo Leganes.

Bundesliga

Conclusa


Il primo grande campionato a essere ripartito è stato vinto dal Bayern Monaco con due giornate di anticipo. Per il Bayern è il trentesimo titolo nella storia e l’ottavo vinto consecutivamente: negli ultimi due anni il club bavarese è riuscito sempre a difendere il titolo nonostante la fase di rinnovamento che sta ancora affrontando. In questa stagione ha rimontato e superato Lipsia, Borussia Dortmund e Borussia Mönchengladbach senza subire contraccolpi dall’esonero a novembre di Niko Kovac, sostituito temporaneamente e poi definitivamente, visti i risultati, dall’assistente Hans-Dieter Flick. In fondo alla classifica, il Werder Brema ha rischiato di essere retrocesso, ma si è salvato vincendo lo spareggio contro l’Heidenheim.

Ligue 1

Interrotta

Il campionato francese è stato l’unico fra i cinque maggiori del continente a non riprendere, fra perplessità e polemiche. Il titolo nazionale è stato assegnato d’ufficio al Paris Saint-Germain, squadra che al momento della sospensione si trovava in testa alla classifica con un vantaggio di 12 punti sul Marsiglia e 18 sul Rennes. Oltre al titolo dato al Paris Saint-Germain, è stata disposta la retrocessione in Ligue 2 di Tolosa e Amiens, le ultime due squadre in classifica. Al Lione, invece, rimane soltanto la finale di Coppa di Lega contro il PSG (31 luglio) per non restare fuori dalle coppe europee per la prima volta dal 1997: se non dovesse vincere, in coppa ci andrà il Reims. Gli altri due posti in Europa League sono andati a Lille e Nizza.

– Leggi anche: Il Pallone d’Oro non verrà assegnato