(ANSA/ETTORE FERRARI)
  • TV
  • domenica 9 Febbraio 2020

Chi è Diodato, che ha vinto a Sanremo

Con la sua canzone “Fai Rumore”: ha 38 anni ed è la sua terza volta al Festival, una delle quali nella categoria dei giovani

(ANSA/ETTORE FERRARI)

Diodato è il cantante che ha vinto la 70esima edizione del Festival di Sanremo con la sua canzone “Fai Rumore”, arrivando davanti Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. Diodato ha 38 anni ed era alla sua terza volta al Festival di Sanremo: ci era stato nel 2018 nella categoria principale, insieme a Roy Paci e con la canzone “Adesso”, e un’altra nel 2014 nella categoria Giovani con “Babilonia”. Diodato fa un pop ispirato a cantautori come Fabrizio De Andrè e Luigi Tenco, ma ci mette anche un po’ di influenze internazionali e più contemporanee che lo hanno reso molto apprezzato dalla critica musicale italiana.

– La classifica finale del Festival di Sanremo 2020

 

– Leggi anche: La versione del direttore d’orchestra Simone Bertolotti su cos’è successo tra Bugo e Morgan

Il suo nome intero è Antonio Diodato ed è nato ad Aosta. È però cresciuto a Taranto, e poi ha studiato musica e ha iniziato a suonare a Roma, vivendo per un po’ anche in Svezia. Ha cominciato a registrare canzoni e farsi notare nella seconda metà degli anni Duemila, pubblicando il suo primo EP nel 2007. Il suo primo disco uscì invece nel 2013: si chiamava E forse sono pazzo (in una seconda ristampa incluse “Babilonia”, la canzone che portò a Sanremo Giovani nel 2014).

Da allora ha pubblicato altri due dischi: A ritrovar bellezza (2014) e Cosa siamo diventati (2017), mentre il quarto, Che vita meravigliosa, uscirà la prossima settimana. Negli anni ha collaborato con Daniele Silvestri e Boosta dei Subsonica, e nel 2016 ha scritto la canzone “Il mare dentro”, presentata come inedito da Andrea Biagioni a X Factor. Nel 2019 ha anche esordito come attore, con un ruolo minore nel film Un’avventura di Marco Danieli.

– Se hai guardato il Festival di Sanremo, ascolta anche l’inaspettato podcast del Post in cui Matteo Bordone e la redazione lo hanno commentato serata per serata

Diodato è arrivato nelle prime tre posizioni della classifica generale del 70esimo Festival di Sanremo dopo la prima parte della finale di sabato, insieme ai Pinguini Tattici Nucleari e a Francesco Gabbani, e ha vinto dopo il secondo voto del pubblico da casa, della giuria demoscopica e della sala stampa. Al secondo posto è arrivato Francesco Gabbani, al terzo i Pinguini Tattici Nucleari.

Nella serata delle cover, Diodato aveva cantato “24.000 baci” con Nina Zilli. Oltre al premio principale della 70esima edizione del Festival di Sanremo, Diodato ha vinto anche il premio della critica Mia Martini e il premio della sala stampa Lucio Dalla.