Un test con la prima macchina della verità effettuato dal suo inventore, William Marston, a destra, nel 1931 (AP Photo)

Un regalo di Natale al giorno: -12

Un gioco da fare con i bambini per svelare preferenze e debolezze, anche degli adulti

Un test con la prima macchina della verità effettuato dal suo inventore, William Marston, a destra, nel 1931 (AP Photo)

C’è stato un tempo in cui il Post aderiva senza tentennamenti alla “mozione Flanagin”, dal nome di un giornalista americano contrario allo scambio di regali tra adulti. Poi ci siamo gradualmente addolciti e da qualche anno, quando arriva dicembre, ci spremiamo le meningi per dare qualche idea a chi i regali di Natale ama farli (o deve farli, un po’ costretto dalle circostanze). Quindi, ecco un regalo di Natale al giorno: per un mese, fino al 24 dicembre, vi suggeriamo un oggetto che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Uno solo al giorno, per non impegnarvi troppo: se può funzionare per qualcuno che conoscete, cliccate, comprate, e risolto. Se no ci riproviamo il giorno dopo.

Un gioco per conoscersi meglio
L’anno scorso, forse per via di una pubblicità efficace, uno dei giocattoli più desiderati dai bambini era stato “La Macchina delle Bugie”, un gioco da tavola il cui pezzo principale è una specie di macchina della verità con una luce rossa per le bugie e una verde per la verità. Qualche settimana prima di Natale, l’anno scorso, il gioco era andato esaurito e non si trovava da nessuna parte, né online né nei negozi di giocattoli fisici, almeno a Milano, dove la redazione del Post ha le sue fonti sulle preferenze dei bambini. Funziona così: i giocatori, da due a otto, si alternano nel farsi domande a cui si può rispondere solo Sì o No (nella scatola ce ne sono 500, ma si possono anche inventare); se il giocatore che deve rispondere mente, si accende la luce rossa e il giocatore perde “una vita”, se dice la verità si accende quella verde e il gioco prosegue.

Ovviamente non si tratta di una vera macchina della verità e per questo non è adatto ai bambini più grandi, e forse nemmeno ai genitori che ci tengono molto a crescere figli scettici. Il gioco di farsi delle domande a vicenda, magari un po’ imbarazzanti, può essere molto divertente, anche per i bambini. Un’alternativa a “La Macchina delle Bugie” con cui potete ottenere lo stesso risultato, spendendo un po’ meno (13 euro) e senza mettere in giro una finta macchina della verità, è “Di tutto un po’”, un gioco di carte in cui ogni giocatore mette alla prova i compagni interrogandoli sulle proprie preferenze. Per esempio chiedendo loro: «Cosa preferisco? Colazioni abbondanti, pranzi abbondanti o cene abbondanti». Le domande sono sempre adatte ai bambini e come nel caso di “La Macchina delle Bugie” il grosso del divertimento sta nelle reazioni dei giocatori e, per i bambini, nelle occasioni di mettere un po’ in imbarazzo o prendere in giro i genitori.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

Per chi deve fare un regalo a un bambino di 6-10 anni, in alternativa a questo gioco, abbiamo messo insieme una lista di 10 altre idee.

Se invece cerchi idee per fare regali agli adulti, hai guardato i regali che ti abbiamo suggerito nei giorni scorsi? E queste altre liste?

– Regali che costano meno di 20 euro
– Regali tra i 21 e i 60 euro
– Regali tra i 61 e i 100 euro
– Regali un po’ più ecosostenibili

Altrimenti ci sono le liste dell’anno scorso e i regali che abbiamo suggerito a novembre:

20 idee per liberarsi a novembre dal pensiero dei regali di Natale

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.