• Sport
  • giovedì 4 luglio 2019

Gianluigi Buffon torna alla Juventus

Dopo un solo anno al Paris Saint-Germain, Buffon ha deciso di ritornare alla Juventus per l'ultimo anno da giocatore, poi dovrebbe diventare dirigente

Gianluigi Buffon con il Paris Saint-Germain (Getty Images)

La Juventus ha confermato il ritorno in squadra di Gianluigi Buffon dopo l’anno passato in Francia al Paris Saint-Germain. Nella nuova Juventus di Maurizio Sarri, Buffon farà la riserva del portiere titolare, il polacco Wojciech Szczesny. Al termine della prossima stagione dovrebbe poi ritirarsi ed entrare a far parte della dirigenza del club. Buffon, che a gennaio ha compiuto 41 anni, è il quarto giocatore ingaggiato dalla Juventus nei primi giorni della finestra estiva del calciomercato, dopo Aaron Ramsey, Luca Pellegrini e Adrien Rabiot.

Lo scorso giugno Buffon aveva deciso di non rinnovare il contratto in scadenza con il PSG, nonostante il club gli avesse offerto il prolungamento di un anno. Buffon aveva commentato la notizia scrivendo: «Un anno fa arrivai a Parigi pieno di entusiasmo e fui accolto con grande calore. Fu veramente commovente. Grazie ancora dal profondo del mio cuore. Lascio con la felicità di aver vissuto questa esperienza, che indubbiamente mi ha insegnato molto. Oggi termina la mia avventura al di fuori dell’Italia». Nell’ultima stagione a Parigi ha giocato 25 partite ufficiali fra campionato e coppe, vincendo la Ligue 1 lo scorso aprile.

Il PSG è stata la terza squadra nella carriera da professionista di Buffon, iniziata con il Parma nel 1995 e proseguita per 17 anni alla Juventus, squadra di cui è stato capitano e di cui è tuttora uno dei giocatori più simbolici. La sua carriera è una delle più longeve e vincenti del calcio internazionale, nonostante non abbia mai vinto una Champions League. È il primo giocatore nella storia del campionato italiano ad aver vinto 9 titoli nazionali nel corso della carriera. Agli Scudetti si aggiungono la Coppa del Mondo vinta nel 2006 in Germania, la Coppa UEFA vinta nel 1999 con il Parma e poi 5 Coppe Italia e un campionato di Serie B con la Juventus.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.