Virginia Beach, Virginia, Stati Uniti (L. Todd Spencer/The Virginian-Pilot via AP)
  • Mondo
  • sabato 1 Giugno 2019

La sparatoria a Virginia Beach

Negli Stati Uniti, almeno 12 persone sono state uccise da un uomo che si è messo a sparare in un complesso di edifici pubblici, prima di essere ucciso dalla polizia

Virginia Beach, Virginia, Stati Uniti (L. Todd Spencer/The Virginian-Pilot via AP)

Almeno 12 persone sono state uccise e diverse altre ferite in una sparatoria a Virginia Beach, città della Virginia (Stati Uniti), avvenuta nel pomeriggio di venerdì 31 maggio (in Italia era notte). Un uomo ha sparato diversi colpi in un edificio pubblico, prima di essere ucciso dagli agenti di polizia intervenuti sul posto.

L’attacco è iniziato intorno alle 16 locali (le 22 in Italia) presso il Virginia Beach Municipal Center, un’area che comprende diversi edifici dell’amministrazione pubblica cittadina. Dopo l’inizio della sparatoria, il personale di sicurezza ha isolato la zona, procedendo alla sua evacuazione e alla messa in sicurezza dei dipendenti e delle altre persone che si trovavano nell’area. Alcune di loro hanno in seguito raccontato di avere sentito persone urlare e di averne viste altre fuggire, mentre erano udibili a distanza i colpi di arma da fuoco esplosi.

Una delle persone uccise è stata trovata morta nella sua automobile nel parcheggio del complesso, mentre le altre sono state uccise all’interno di uno degli edifici dell’amministrazione pubblica. L’autore dell’attacco ha fatto in tempo a percorrerne tre piani, uccidendo oltre dieci persone, ha spiegato in seguito il capo della polizia.

Sul posto sono poi intervenuti quattro agenti, che hanno localizzato l’autore dell’attacco, ucciso nel corso di una seguente sparatoria. La sua identità non è stata rilevata, ma la polizia ha spiegato che si trattava di un impiegato pubblico di lungo corso. Gli agenti hanno poi recuperato una pistola e un fucile, le armi probabilmente utilizzate per l’attacco.

Le identità delle 12 persone uccise non sono state rivelate. Almeno quattro persone sono state ferite, compreso un agente di polizia: non ci sono informazioni sulle loro condizioni.

Dall’inizio dell’anno, negli Stati Uniti ci sono state 150 sparatorie di massa.