• photogallery
  • Questo articolo ha più di tre anni

Stendi dove puoi

I panni stesi di Hong Kong, fotografati da Ho Wink Ka-Jimmi

I panni stesi attirano intorno a sé una fascinazione particolare che porta spesso a fotografarli – che si tratti di fotografi professionisti o turisti in cerca di belle immagini da postare su Instagram – probabilmente per il fatto che rappresentano un’incursione del domestico, e di una cosa intima ma che facciamo tutti, nello spazio pubblico. Nel caso delle foto di Ho Wink Ka-Jimmi questo aspetto si nota ancora di più e in certi casi produce un effetto straniante, perché nel suo progetto Laundry Art raccoglie foto di panni stesi nel contesto urbano di Hong Kong.

Le sue foto mostrano magliette e coperte stese nei cortili o in spazi pubblici come parchi giochi, e su lampioni, corrimani e panchine, la soluzione per chi non ha un’asciugatrice e non vuole o non può portarli in lavanderia.

Il fotografo ha spiegato che questa scelta è collegata alla mancanza di spazio all’interno delle case, che in una città densamente popolata come Hong Kong sono sempre più piccole e costose, motivo per cui molti fanno il bucato nelle lavanderie del quartiere e altri lo mettono ad asciugare un po’ dove capita: «Questo uso condensato e stratificato dello spazio riflette la realtà dell’ambiente urbano di Hong Kong, piccole aree congestionate per vivere e lavorare, dove ogni metro quadrato è sfruttato al massimo, che rende il resto dello spazio pubblico più prezioso, e nel processo c’è un’infinita ingegnosità e un riuso artistico».

Ho Wink Ka-Jimmi ha 25 anni e si occupa principalmente del paesaggio urbano di Hong Kong, potete vedere queste e altre sue foto sul suo sito.