Patrick Cutrone in Torino-Milan (MARCO BERTORELLO / AFP)
  • Sport
  • lunedì 29 aprile 2019

Chi va in Champions League?

Juventus e Napoli sono già qualificate, Inter, Roma, Milan, Atalanta, Torino e Lazio si giocano gli altri due posti in quattro partite

Patrick Cutrone in Torino-Milan (MARCO BERTORELLO / AFP)

A quattro giornate dalla fine del campionato la Juventus è già campione d’Italia, il Napoli è qualificato ai gironi di Champions League ed è quasi certo del secondo posto. L’Inter è terza, ha quattro punti di vantaggio sulla quarta e un calendario moderatamente favorevole. Per il quarto posto, cioè l’ultimo che garantisce la qualificazione diretta alla fase a gironi di Champions League — e come minimo una trentina di milioni di euro provenienti dalla UEFA — ci sono cinque squadre in piena corsa, tutte comprese in appena quattro punti. Soprattutto per due di queste, Roma e Milan, una mancata qualificazione inciderebbe pesantemente sul bilancio societario.

3) Inter 62 (Udinese, Chievo, Napoli, Empoli)
4) Atalanta 59 (Lazio, Genoa, Juventus, Sassuolo)
————————————
5) Roma 58 (Genoa, Juventus, Sassuolo, Parma)
6) Torino 56 (Juventus, Sassuolo, Empoli, Lazio)
7) Milan 56 (Bologna, Fiorentina, Frosinone, Spal)
————————————
8) Lazio 55 (Atalanta, Cagliari, Bologna, Torino)

* Tra parentesi il calendario delle ultime quattro giornate, in corsivo le partite in trasferta

Nell’ultimo mese di campionato la Roma è riuscita a riportarsi in corsa per il quarto posto. Ora è quinta con 58 punti e un calendario tutto sommato favorevole, ad eccezione della partita in casa contro la Juventus. Un punto la separa dall’Atalanta, che con la vittoria contro l’Udinese di lunedì sera è tornata quarta. Nelle ultime giornate di campionato, tuttavia, l’Atalanta dovrà giocare uno scontro diretto contro la Lazio e poi in trasferta a Torino contro la Juventus. In mezzo avrà il Genoa, che ha bisogno di punti per salvarsi.

A 56 punti ci sono Milan e Torino, che hanno giocato contro domenica sera. Il Torino è forse la meno quotata per la qualificazione alla Champions, nonostante la vittoria contro il Milan. È una squadra in piena forma e non perde da metà marzo, ma nel corso della stagione è stata anche la più incostante. Avrà inoltre un calendario complicato: deve ancora affrontare Juventus e Lazio. Il Milan, invece, è capitato in una crisi di risultati nel peggior momento della stagione. Nell’ultimo mese ha perso il terzo posto e tutto il vantaggio che aveva in classifica. Potrebbe tuttavia trarre vantaggio dal calendario più favorevole tra le squadre in corsa per la Champions League: ad eccezione del Bologna, incontrerà solo squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato.

La Lazio è più o meno nella stessa situazione del Milan. Dopo aver vinto in trasferta a Milano contro l’Inter lo scorso 31 marzo, ha perso nove punti contro Spal, Chievo (già retrocesso) e Milan. L’ultima vittoria contro la Sampdoria l’ha rilanciata, ma nelle ultime quattro giornate avrà due scontri diretti, contro Atalanta (in casa) e Torino (in trasferta).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.