Il nuovo, atteso documentario sulla natura di Netflix

È "Il nostro pianeta", una serie di 8 episodi realizzati dagli stessi produttori di "Planet Earth" e con la voce narrante di David Attenborough

Una delle immagini di "Il nostro pianeta", la nuova serie di documentari sugli animali di Netflix: una iena e il suo cucciolo (© Jeff Wilson / Silverback/Netflix)

Da venerdì su Netflix si può guardare Il nostro pianeta (Our Planet, in inglese), la serie documentaria sugli animali prodotta dai creatori di Planet Earth II e Blue Planet II di BBC, considerati i migliori documentari sugli animali di sempre. Anche in Il nostro pianeta la voce narrante è quella di David Attenborough, il più celebre e autorevole divulgatore scientifico britannico: un Piero Angela che parla in inglese, in pratica. Per moltissimi suoi ammiratori in tutto il mondo, la sua sola presenza era tra le principali ragioni per cui Il nostro pianeta era molto atteso.

La serie è fatta di 8 episodi, tutti più o meno lunghi 50 minuti. Ognuno è dedicato agli animali di un diverso ambiente naturale, fatta eccezione per il primo, che è generale. I titoli, dal secondo all’ottavo, sono: “Mondi congelati”, “Giungle”, “Acque costiere”, “Dai deserti alle praterie”, “Mare aperto”, “Acqua dolce” e “Foreste”. La qualità delle immagini è spettacolare come nel caso degli altri documentari realizzati dalla produzione, e nel documentario si parla con maggiore insistenza dei rischi che gli ambienti naturali mostrati corrono a causa delle attività umane, oltre che dei danni che sono già stati fatti. Il WWF ha collaborato con Netflix per la realizzazione e la promozione di Il nostro pianeta: alcuni temi si possono approfondire sul sito ourplanet.com (disponibile in diverse lingue, ma non in italiano) dove si possono vedere alcune anteprime della serie e scoprire come collaborare alla difesa della natura.

Il doppiatore italiano di Il nostro pianeta è Dario Penne, una voce molto nota: è doppiatore di Anthony Hopkins e Tommy Lee Jones, tra gli altri. Per chi capisce l’inglese, però, la voce di Attenborough è probabilmente un valore aggiunto. Il divulgatore ha 92 anni e lavorerà anche a One Planet: Seven Worlds, un’altra serie, prodotta da BBC, che uscirà nel 2020.

In aggiunta agli otto episodi, nella sezione “Trailer e altro”, si può guardare un episodio speciale di un’ora che spiega come sono state realizzate alcune delle scene della serie per cui si sono usate tecnologie particolari.

Netflix: le novità di aprile sul catalogo italiano