• TV
  • venerdì 8 febbraio 2019

Chi sono gli Ex-Otago e per quale motivo si chiamano così

Sono un gruppo di Genova, che esiste già da parecchi anni e si è fatto vedere in giro: stasera duetteranno con Jack Savoretti

Una scena del video di "Tutto Bene".

Gli Ex-Otago sono un gruppo che quest’anno partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo; questa sera, per la serata dei duetti, canteranno insieme al cantautore britannico Jack Savoretti.

Il gruppo esiste dal 2002, ed è di Genova. Gli Ex-Otago hanno avuto alcuni cambiamenti di formazione nel corso della loro attività musicale, e attualmente sono composti da Simone Bertuccini, Rachid Bouchabla, Francesco Bacci, Olmo Martellacci e Maurizio Carucci. Tra il 2002 e il 2016 gli Ex-Otago hanno pubblicato cinque dischi. Nell’ultimo, intitolato Marassi, ci sono numerose collaborazioni con altri artisti tra cui Jake La Furia (ex membro dei Club Dogo), Eugenio Finardi e Caparezza. Nel 2017 hanno iniziato il tour del nuovo disco, durato quasi due anni, e una delle tappe è stato il concerto del primo maggio di Roma:

In un’intervista hanno detto che il loro nome è dovuto a una squadra di rugby protagonista di un film a basso budget neozelandese, chiamata Otago Rugby Football Union. L’”Ex” sarebbe invece stato aggiunto perché in pochi minuti la band si sarebbe sciolta e poi ricomposta. A tutti serve una storia divertente per giustificare un nome strano. Il loro genere di riferimento è l’indie pop, cioè — semplificando — una sorta di pop rock più melodico, lo stesso suonato dai Thegiornalisti e da Calcutta, per intenderci.

Il testo completo di “Solo una canzone”, la canzone che gli Ex-Otago canteranno a Sanremo:

Poi non ho voglia di sognare
Perché domani è uguale
Resta con me
Anche se è una vita che usciamo insieme
Dormir con te stanotte è importante
Perché ci vogliamo bene
Non è semplice
Restare complici
Un amante credibile
Quando l’amore non è giovane
Non è semplice
Scoprire nuove tenebre
Tra le tue cosce dietro le orecchie
Quando l’amore non è giovane
È solo una canzone
Abbracciami per favore
A te posso dire tutto
Tutto ciò che sento
Tutti cantano l’amore
Quando nasce quando prende bene
Quando tremano le gambe
Quando non c’è niente che lo può fermare
Ma tutte quelle storie
Che hanno visto almeno dieci primavere
Cento casini cento grandi scene
Mille pagine attaccate ancora insieme
Non è semplice
Restare complici
Un amante credibile
Quando l’amore non è giovane
Non è semplice
Scoprire nuove tenebre
Tra le tue cosce dietro le orecchie
Quando l’amore non è giovane
È solo una canzone
Abbracciami per favore
A te posso dire tutto
Tutto ciò che sento
È solo una canzone
Abbracciami per favore
Con te voglio fare tutto
Tutto ciò che sento
Resta con me
Perché da solo non ho fame
Poi non è bello cucinare
Solo per me
Solo per me
È solo una canzone
Abbracciami per favore
A te posso dire tutto
Tutto ciò che sento
È solo una canzone
Abbracciami per favore