• sabato 2 febbraio 2019

Scozia-Italia del Sei Nazioni in TV e in streaming

La prima partita della Nazionale si gioca sabato pomeriggio a Edinburgo: i link per seguirla in diretta

Sei Nazioni: Scozia-Italia (DMAX, ore 15.15)

Scozia-Italia, la seconda partita del Sei Nazioni 2019 di rugby, si gioca sabato alle 15.15 allo stadio Murrayfield di Edimburgo. Scozia-Italia arriva nel secondo giorno del Sei Nazioni: ieri sera il Galles aveva vinto in rimonta sulla Francia, che peraltro è data come l’avversaria più alla portata dell’Italia. L’altra è la Scozia, che però è in un buon momento e oggi avrà il vantaggio di giocare in casa davanti al suo pubblico. Per l’Italia non è cambiato molto rispetto alle ultime due edizioni e l’unico appiglio in più è quello delle tre partite da giocare in casa. A detta dell’allenatore, Conor O’Shea, e del capitano, Sergio Parisse, questa potrebbe essere l’edizione più difficile degli ultimi anni. Ieri, intanto, si sono giocate anche le partite degli altri due Sei Nazioni, quello femminile e l’Under-20: l’Italia ha battuto la Scozia in entrambe le categorie.

Tutte le partite del Sei Nazioni verranno trasmesse in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre, con il commento di Antonio Raimondi e Vittorio Munari. Gli incontri saranno preceduti dalla trasmissione Rugby Social Club condotta da Daniele Piervincenzi e potranno essere visti anche in streaming da pc, tablet e smartphone sul sito Dplay, raggiungibile da qui.

L’Italia ha assenti per infortunio Matteo Minozzi, Jake Polledri, Marcello Violi e Mattia Bellini. Sono tuttavia ritornati in gruppo due giocatori fondamentali: il capitano Sergio Parisse, che ha saltato i test match autunnali ma ora è nuovamente in forma, e Michele Campagnaro, l’unico tra i convocati a giocare nel campionato inglese, il migliore del continente. Per Parisse sarà inoltre l’ultimo Sei Nazioni con l’Italia: a 35 anni si sta avvicinando al ritiro. L’unico debuttante in squadra è il venticinquenne David Sisi.

Le formazioni di Scozia-Italia

Scozia 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Blair Kinghorn, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Ryan Wilson, 7 Jamie Ritchie, 6 Sam Skinner, 5 Grant Gilchrist, 4 Ben Toolis, 3 Willem Petrus Nel, 2 Stuart McInally, 1 Allan Dell

Italia 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Luca Morisi, 12 Tommaso Castello, 11 Michele Campagnaro, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 David Sisi, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.