Julia Roberts nel film "Biancaneve", del 2012
  • mercoledì 5 dicembre 2018

Un regalo di Natale al giorno: – 20

Se volete puntare sui cosmetici, ci sono prodotti che potrebbero avere davvero qualche effetto anti-invecchiamento (oppure una maschera, che è divertente)

Julia Roberts nel film "Biancaneve", del 2012

Ci sono quelli che ogni gennaio aprono un documento Excel, su cui annotano diligentemente quale regalo fare ad ogni amico e parente per il Natale successivo.
A ottobre li comprano. E poi ci sono quelli che il pomeriggio del 24 dicembre, nel panico delle ultime ore, si trovano in un negozio pieno di gente a comprare i soliti calzini. Puntualmente, negli istanti prima di essere travolti da una famiglia con nonni e carrelli al seguito, si maledicono e si promettono: «L’anno prossimo i regali li compro in anticipo, su internet». Puntualmente, si ritrovano il 24 dicembre dell’anno dopo a essere travolti dalla stessa famiglia, che nel frattempo ha un bambino in più.

Visto che i primi sono supereroi e i supereroi se la cavano benissimo da soli, e visto che quelli della seconda categoria – gli umani, insomma – sono la grande maggioranza, il Post ha pensato a un piano di compromesso per cercare di salvarli.
Un regalo di Natale al giorno: per un mese, fino al 24 dicembre, vi suggeriamo un oggetto che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Uno solo al giorno, per non impegnarvi troppo: se può funzionare per qualcuno che conoscete, cliccate, comprate, e risolto. Se no, riproviamo il giorno dopo: non chiuderà la pratica-regali, ma speriamo di aiutarvi a smaltirne una parte. E se nel frattempo imbarchiamo qualcuno della mozione Flanagin, anche meglio.

Qui i cosmetici li prendiamo sul serio, quindi se ci leggete da un po’ sapete già le cose fondamentali sui prodotti contro la cellulite, sapete già che non dovete aver paura dei parabeni, e sapete già che non ci sono prove scientifiche degli effetti della maggioranza dei prodotti anti-invecchiamento per la pelle. Una volta che si possiedono queste informazioni, però, va riconosciuto che l’applicazione dei prodotti per la pelle, per la maggior parte delle persone che ne fanno uso, è un momento piacevole, rilassante e personale della cura di sé. Regalare uno di questi prodotti, quindi, può essere una buona idea. Ma quale?

La divulgatrice scientifica Beatrice Mautino, autrice di Il trucco c’è e si vede, spiega spesso che i due ingredienti che secondo alcuni studi hanno dimostrato di avere un qualche effetto sulla pelle del viso sono le sostanze esfolianti e i retinoidi. Visto che però alcune creme con i retinoidi possono essere irritanti se ci si espone al sole, con uno scrub o una crema esfoliante si va più sul sicuro.

Come per tutti i prodotti per la pelle, i prezzi variano molto in base al marchio. Un buon compromesso qualità-prezzo può essere lo scrub “effetto-sauna” dell’azienda danese-statunitense Olehenriksen, che su Sephora costa 25 euro. Se volete spendere un po’ meno, sempre su Sephora c’è lo scrub di Frank Body, che sa leggermente di caffè e ha una confezione meno severa: costa 20 euro (la versione per tutto il corpo contiene polvere di vero caffè, è in buste con una grafica graziosa e costa 16 euro alla coppia).

Se non avete problemi di budget, invece, i dischetti esfolianti di Rodial sono più comodi da usare e non sono abrasivi: la confezione ha un bell’aspetto e costa 63 euro, quindi è espressamente in una fascia un po’ più alta. Se tenete alla confezione e volete uno scrub che possa essere usato anche nel resto del corpo, c’è quello di Kiehl’s, marca americana a cui il direttore era stato introdotto in tempi non sospetti. Sul sito delle profumerie Douglas c’è sia in confezione piccola (13 euro) sia in confezione grande (36 euro).

L’ultima cosa da dire a favore dei prodotti per la pelle è che spesso usarli è divertente, ancor di più se lo si fa insieme a qualcuno, in una serata di quelle di amicizia, chiacchiere, film e coperte di lana. Se allo scrub quindi volete aggiungere una maschera, per il divertimento e il piacere di farla con la persona a cui la regalerete, su Sephora ce ne sono alcune che hanno una confezione interessante. Quelle di DrJart+, per esempio, che sembrano una grossa pillola (6 euro) o una borraccia con la faccia (9 euro), o quelle che ti fanno sembrare un po’ alieno (11 euro). Oppure quelle pucciose di Tonymoly, di cui vi abbiamo già parlato, a forma di panda, uovo, pomodoro (15 euro) Oppure quelle di Petite Amie, che vi trasformano in un emoji (7 euro).

Se invece la persona non apprezza questo genere di cose, potete trovare altre idee qui, dove sono raccolti gli altri suggerimenti del calendario dell’avvento consumistico del Post, e in queste liste:

– Regali che costano meno di 20 euro
– Regali tra i 20 e i 60 euro
– Regali tra i 60 e i 100 euro

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.