Secondo le ultime previsioni della Commissione europea, nel 2019 l’Italia crescerà dell’1,2 per cento e il deficit salirà al 2,9 per cento

Secondo le previsioni d’autunno formulate dalla Commissione europea, nel 2019 l’Italia crescerà dell’1,2 per cento, mentre il suo deficit arriverà al 2,9 per cento del PIL. Si tratta di previsioni molto differenti rispetto a quelle formulate dal governo italiano che prevede una crescita all’1,5 per cento e un deficit non superiore al 2,4 per cento. La differenza tra le due stime dipende dalla diversa valutazione che la Commissione dà delle misure economiche che il governo ha promesso di approvare nel 2019, come il cosiddetto “reddito di cittadinanza” e la “quota cento” per le pensioni. Secondo la Commissione, queste misure non avranno i sostanziosi effetti positivi che invece prevede il governo.

Sempre secondo la Commissione, nel 2019 l’Itaia sarà il paese che crescerà più lentamente d’Europa, a pari merito con il Regno Unito (se a essere corrette fossero invece le previsioni del governo, l’Italia sarebbe il penultimo paese a crescere, a pari merito con il Belgio).

(AP Photo/Virginia Mayo)