• Cultura
  • mercoledì 29 agosto 2018

Le foto del primo giorno a Venezia

È iniziata la 75esima edizione del Festival del cinema, e sono già arrivati Ryan Gosling, Vanessa Redgrave e Naomi Watts

Il regista Damien Chazelle e gli attori Olivia Hamilton, Ryan Gosling, Claire Foy e Jason Clarke alla prima di Il primo uomo a Venezia, 29 agosto 2018 (Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

È iniziata oggi la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che giustamente chiamiamo tutti Festival di Venezia. Quella di quest’anno è la 75ª edizione del Festival e tra le persone più fotografate di oggi ci sono Ryan Gosling e Claire Foy, protagonisti di Il primo uomo, il film di Damien Chazelle su Neil Armstrong. È il film di apertura ed è anche uno dei più attesi tra quelli in concorso. Sono stati molto fotografati anche i membri della giuria: Christoph Waltz, Taika Waititi, Naomi Watts, Malgorzata Szumowska, Trine Dyrholm e Nicole Garcia. Il presidente è Guillermo del Toro, che l’anno scorso vinse il Leone d’Oro (e poi l’Oscar) con La forma dell’acqua.

Oggi è stato anche il giorno di Sulla mia pelle, film della sezione Orizzonti sull’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi, che tra pochi giorni si potrà vedere anche su Netflix. Guardando invece un po’ più avanti: questa è la lista di tutti i film in concorso.

Le informazioni utili per sostenere cinque minuti di conversazione sul Festival di Venezia sono invece queste: il Festival si tiene al Lido di Venezia, è organizzato dalla Biennale di Venezia, una delle più importanti istituzioni culturali al mondo, ed è il più antico festival del mondo (arrivò un paio d’anni dopo gli Oscar, ma quelli sono premi, non un festival con proiezioni di film nuovi). È considerato importante sia per il cinema in quanto arte (due anni fa vinse un film filippino in bianco e nero, lungo più di tre ore, con lunghe inquadrature fisse) sia per il cinema dal punto di vista economico e sociale, che dà del lavoro ad alcune persone e ne fa divertire o emozionare altre. Da qualche anno se ne parla come di una “rampa di lancio per gli Oscar” perché capita spesso che i film prestigiosi che vengono presentati finiscano poi per vincere come Miglior film agli Oscar: prima ancora che a La forma dell’acqua era successo con Birdman e con Spotlight. Il festival di Venezia piace molto anche agli americani.

Mostra commenti ( )