I 141 migranti dell’Aquarius verranno accolti da cinque paesi dell’Unione Europea

Portogallo, Spagna, Francia, Germania e Lussemburgo hanno raggiunto un accordo dopo tre giorni di stallo

La nave Aquarius (BORIS HORVAT/AFP/Getty Images)

Cinque paesi dell’Unione Europea si sono accordati per accogliere i 141 migranti che dallo scorso fine settimana si trovano a bordo dalla nave Aquarius, dopo essere stati soccorsi al largo delle coste della Libia. I paesi sono Spagna, Portogallo, Francia, Germania e Lussemburgo. L’accordo è stato confermato dal Portogallo, da alcune fonti del governo spagnolo ai media locali (che parlano di sei paesi, e non cinque) e dal primo ministro maltese Joseph Muscat, che ha aggiunto che permetterà all’Aquarius di attraccare a Malta. L’Aquarius si trova ora a metà strada tra Italia e Malta.

La complicata situazione dell’Aquarius era stata ricostruita nei giorni scorsi da Sos Méditerranée, la ong che insieme a Medici Senza Frontiere gestisce la nave. Aquarius aveva compiuto due operazioni di soccorso sabato al largo delle coste libiche, ma il Centro di coordinamento congiunto di soccorso libico, cioè il centro che dovrebbe occuparsi di gestire i soccorsi nell’area SAR della Libia, aveva informato il comandante che non avrebbe indicato alcun porto di approdo. L’Aquarius aveva quindi contattato le autorità italiane e maltesi, ma entrambe si erano rifiutate di assegnare un porto per lo sbarco, contrariamente a quanto previsto dal diritto internazionale marittimo.

Il governo socialista spagnolo di Pedro Sánchez aveva detto che non avrebbe assegnato un porto di approdo unilateralmente, e aveva aggiunto che avrebbe cercato un accordo con altri paesi europei, come era già successo con i 238 migranti a bordo della nave Lifeline lo scorso luglio, che dopo essere sbarcati a Malta erano stati ripartiti tra otto paesi europei, tra cui l’Italia. Negli ultimi due giorni Sánchez ha parlato con diversi leader europei, tra cui la cancelliera tedesca Angela Merkel, raggiungendo un accordo: non è chiaro se la Germania sia uno dei sei paesi che accoglieranno i migranti dell’Aquarius.

Il governo portoghese ha detto di essere disponibile ad accogliere 30 migranti tra quelli che si trovano sull’Aquarius e a bordo di altre imbarcazioni più piccole che sono attraccate a Malta (in tutto si parla di 244 migranti). I giornali spagnoli dicono che il governo di Sánchez ha accettato di accoglierne altri 60. Per ora non ci sono cifre precise per gli altri paesi.