• Sport
  • martedì 7 agosto 2018

Agli Europei è il giorno di Filippo Tortu

A Berlino il forte corridore italiano, primatista nazionale sui 100 metri, parteciperà alla semifinale e poi, forse, alla finale degli European Championships

Filippo Tortu (Piotr Hawalej /Getty Images for IAAF)

Il velocista italiano Filippo Tortu, che a 20 anni è già l’atleta di punta della nazionale di atletica leggera, esordirà oggi agli European Championships, la nuova formula adottata dai campionati europei che unisce nella stessa manifestazione sette diversi sport. All’Olympiastadion di Berlino, la città che ospita le gare di atletica (tutte le altre sono a Glasgow e in altre aree della Scozia), Tortu gareggerà nelle semifinali dei 100 metri, la sua specialità, insieme ad altri due italiani, Marcell Jacobs e Federico Cattaneo. I primi due hanno ottime possibilità di qualificarsi alla finale: Tortu è dato praticamente per certo tra i finalisti, e per lui questa sarà la gara più importante di tutta la stagione.

La semifinale è in programma tra le 19.30 e le 19.40 mentre la finale inizia alle 21.50. Le gare saranno trasmesse in chiaro sui canali Rai e poi su Eurosport, che però è visibile solo con un abbonamento a Sky o a Mediaset Premium. In streaming la gara si potrà vedere tramite la piattaforma Rai Play e su Eurosport Player, altro servizio a pagamento ma indipendente da Sky e Premium.

Il 22 giugno scorso, al Meeting di Madrid di atletica leggera, Tortu aveva corso la finale dei 100 metri in 9.99 secondi (con vento a +0,2 m/s) e aveva battuto il record italiano di Pietro Mennea del 1979. Tortu è così diventato il primo italiano e il terzo atleta bianco di sempre ad aver corso i 100 metri sotto i 10 secondi, dopo il francese Christophe Lemaitre e il turco Ramil Guliyev.

Un mese prima di Madrid aveva stabilito il secondo miglior tempo italiano di sempre nei 100 metri correndo in 10 secondi e 3 centesimi la finale del Meeting di Savona. Nella stessa finale, l’altro italiano in gara stasera, Marcell Jacobs, aveva corso in 10 secondi e 8 centesimi, registrando il quarto miglior tempo italiano nei 100 metri. Due settimane dopo, al Golden Gala di Roma, il più importante meeting annuale di atletica leggera in Italia, Tortu aveva corso i 100 metri in 10 secondi e 4 centesimi, registrando il terzo miglior tempo della gara davanti allo statunitense Christian Coleman, vice campione del mondo. Jacobs invece non era andato oltre i 10 secondi e 19 centesimi, restando molto lontano da Tortu. Jacobs però ha 23 anni e si sta dedicando alla velocità in una pausa dalla sua specialità, il salto in lungo, ed è ancora presto per capire se anche in futuro possa competere a questi livelli.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.