• Sport
  • venerdì 22 giugno 2018

Filippo Tortu ha corso i 100 metri in meno di 10 secondi

Ha così battuto il record italiano fatto da Pietro Mennea nel 1979 a Città del Messico

EPA/JUANJO MARTIN

Al Meeting di Madrid di atletica leggera il velocista italiano Filippo Tortu ha corso la finale dei 100 metri in 9.99 secondi (con vento a +0,2 m/s) e ha battuto il record italiano (10.01) fatto registrare da Pietro Mennea a Città del Messico nel 1979. Tortu è diventato inoltre il primo italiano e il terzo atleta bianco di sempre ad averli corsi sotto i 10 secondi, dopo il francese Christophe Lemaitre e il turco Ramil Guliyev. Nonostante il tempo, Tortu non ha vinto la finale, che è andata invece al cinese Su Bingtian, che ha corso i 100 metri in 9.91.

Tortu è nato a Milano nel 1998 da una famiglia di origini sarde ed è cresciuto a Carate Brianza, in provincia di Monza. Viene da una carriera giovanile piena di successi: al momento detiene i record dei 100 e 200 metri nella categoria allievi nazionali e dei 100 metri negli juniores. Nei 100 metri ha vinto una medaglia d’oro agli Europei Under-20 di Grosseto 2017 e una medaglia d’argento ai Mondiali Under-20 di Bydgoszcz 2016, gareggiando con i migliori talenti al mondo. In Polonia, oltre all’argento, Tortu si mise in mostra anche nella staffetta, dove nella prima batteria rimontò da solo cinque posizioni di svantaggio correndo l’ultima frazione con una velocità e una tecnica impressionanti.

Lo scorso maggio aveva stabilito il secondo miglior tempo italiano di sempre nei 100 metri correndo in 10 secondi e 3 centesimi la finale del Meeting di Savona. Due settimane dopo, al Golden Gala di Roma, il più importante meeting annuale di atletica leggera in Italia, Tortu aveva corso i 100 metri in 10 secondi e 4 centesimi, registrando il terzo miglior tempo della gara davanti allo statunitense Christian Coleman, vice campione del mondo. Nella semifinale di Madrid, Tortu aveva di nuovo corso i 100 metri in 10 secondi e 4 centesimi, aumentando l’attesa per il record italiano che ha poi fatto nella finale.

Il precedente record italiano di Mennea fu fatto in altitudine, a Città del Messico, e allora fu anche record europeo. Il record sui 100 metri arrivò tra l’altro poco prima di quando Mennea corse i 200 metri in 19 secondi e 72 centesimi, stabilendo un record mondiale che resistette fino agli anni Novanta. Mennea – soprannominato anche Freccia del Sud – è morto a 61 anni il 21 marzo 2013.

Chi era Pietro Mennea

Mostra commenti ( )